in

Jéremy Ménez duro con il Psg:”A Parigi giochi solo se fai il figo sui social”

E’ un Jérémy Menez molto duro quello che in un’intervista a France Football attacca duramente la sua ex squadra. Secondo lui  le scelte fatte da Laurent Blanc sono dettate da fattori poco tecnici e inoltre ha parlato di episodi di concorrenza sleale. “La concorrenza fa bene all’interno di una squadra” esordisce Menez ” ma deve essere sana e leale. Oggi nel Psg è meglio essere straniero che francese come me, e conta soprattutto se fai il figo sui vari social network”.    Lucas Moura

Ménez ce l’ha soprattutto con Lucas Moura: E‘ a Parigi da due anni, ha segnato meno di me ma gioca, perché è costato molto più caro di me, è brasiliano e poi posta tante belle foto e bei messaggi su Instagram e su Twitter. Io non giocavo perché sono francese e non uso i social”. In seguito Jeremy ammette che avendo davanti uno come Zlatan Ibrahimovic era ancora più difficile guadagnarsi un posto da titolare. Parole al miele  poi per Ancelotti :L’unico a capirmi”. Si dice subito conquistato dal Milan di cui gli avevano parlato un gran bene Ibrahimovic e Thiago Silva, su Inzaghi dice:” E’ stato un grande attaccante, mi ha fatto subire capire di volermi fortemente. Anche al Milan c’è dura concorrenza, ma almeno esiste la meritocrazia”.

Infine Ménez conclude l’intervista parlando di un suo mancato arrivo alla Juventus nel 2011 quando lasciò la Roma:”Era quasi fatta: parlai varie volte con Conte, che mi voleva seriamente, poi ingenuamente scelsi Parigi, era sempre stato il mio sogno giocare nella squadra della mia città. Sogno diventato incubo, a quanto pare, per Jérémy che si dice comunque orgoglioso di aver vinto con quella maglia.

il cast di orange is the new black

Orange Is the New Black cast: Piper Chapman e le sue compagne di cella

Andreotti Reputescion

Il Divo: “Andreotti ne uscì sconvolto, è stata una mascalzonata montata con cattiveria”