in

Jersey, isola britannica amata dai surfisti

Sull’isola di Jersey, come nella piovosa e umida Gran Bretagna, la pioggia non manca, però rispetto alle altre isole della Manica gode di più ore di sole con un clima nordico, ma certamente più temperato grazie alla Corrente del Golfo. Arrivarci non è proprio velocissimo: dall’aeroporto di Gatwick a Londra ci sono molti voli ogni giorno mentre per chi viene dalla Francia può optare per i traghetti da St Malo che tuttavia diventano sempre più radi nel periodo invernale per le condizioni atmosferiche non sempre favorevoli. Forse un giorno ci saranno voli diretti dall’Italia, per il momento bisogna accontentarsi dei voli con scalo. A Jersey ci si può recare per imparare la lingua inglese o per godere delle bellezze paesaggistiche nordiche in una dimensione di grande tranquillità lontani dal caos delle grandi città o ancora per passare giornate di allegria nei vari locali del centro. Chiediamo delle attrazioni del posto ad una giovane italiana, Antonella Battaglia, che vive sull’isola da diversi anni. 

isola jersey

Quando e perché lei ha deciso di soggiornare su questa piccolissima isola.

“Avendo studiato lingue,  finita l’università ho pensato che era l’ora di imparare davvero l’inglese e quindi mi sono messa alla ricerca di una famiglia che mi volesse aiutare nell’impresa. Guarda caso, una famiglia tanto matta da invitarmi a passare del tempo con loro l’ho trovata proprio in questa piccola isola. L’idea mi ha inizialmente entusiasmata perchè era vicina alla famosa baia di Mont Saint Michele che volevo vedere da sempre. E allora, pronti partenza…. meta Jersey!
Da allora… sono passati 5 anni e mezzo e ancora non mi sono arresa … Jersey è un bel posto, malgrado la mancanza di sole non troppo facile da mandar giù per una siciliana!”

L’isola è frequentata da turisti? Qual’è il periodo dell’anno migliore per visitarla?

“L’isola è molto turistica, è famosa per le sue spiagge e per il surf: il vento non ci risparmia!
Vengono molte persone soprattutto dall’inghilterra e dalla Francia, ma negli anni, il turismo si è molto ridotto.  Soggiornare a Jersey è infatti abbastanza costoso. Tuttavia, se si è fortunati da beccare bel tempo è davvero incantevole!
Il periodo migliore è forse la primavera-inizio estate, quando Jersey si ricopre di Daffodils, dei narcisi gialli che sono uno spettacolo.
Poi dipende sempre dal tempo che è matto come se fosse sempre marzo!”

Sono molti gli italiani sull’isola?

“La comunità italiana si è ridotta negli anni. Molto tempo fa gli italiani avevano il dominio nella gestione dei ristoranti che erano molto rinomati per il buon cibo. Adesso, gli italiani sull’isola non sono che poche centinaia. Esiste un circolo che si riunisce e cerca di far ritrovare vecchi amici!
Ma ormai più numerose sono le comunità dei portoghesi e dei  polacchi,  perfettamente radicate e integrate.”

Consiglia di visitare l’isola ?

Jersey è sicuramente un posto da vedere… se piace il mare venite a trovarci!
Per i giovani ci sono molti locali dove si balla e si beve. La gente del posto è bravissima a organizzare feste e ogni occasione è buona per celebrare e bere. La cultura britannica del bere è un pò diversa dalla nostra, da sperimentare! La gente è simpatica e amichevole!
Sicuramente  l’isola è molto più sicura dell’Inghilterra. La vita è più tranquilla e meno frenetica rispetto alle gradi città, tuttavia si hanno a disposizione tanti servizi: palestre, cinema, teatro, opera. Da visitare c’è anche uno zoo e un museo del mare, molto interessante. I bambini lo adorano.
Insomma, vale la pena venire a trovarci”.

Ray Gelato & the Giants in concerto al Blue Note di Milano (foto)

Anticipazioni Beautiful mercoledì 12 febbraio: Eric sarà sedotto da Brooke?