in

Jessica Lattuca scomparsa a Favara, lo strano ‘sogno’ rivelatore della madre: “So dove si trova il corpo”

Scomparsa Jessica Lattuca ultime news: è arrivata da Macerata una telefonata ai carabinieri di Agrigento che si stanno occupando delle ricerche della 27enne madre di 4 figli di cui si sono misteriosamente perse le tracce la sera dello scorso 12 agosto. L’ultimo avvistamento della ragazza risale alle 20:50 di quel giorno, in via Umberto a Favara.

Jessica Lattuca: le telecamere e il possibile sequestro premeditato

Si tratta di un sequestro premeditato? La possibilità si fa sempre più concreta. Una telecamera privata collocata in un’agenzia di pompe funebri quando è stata acquisita dagli inquirenti non aveva più le immagini del 12 agosto in quanto il filmato è stato acquisito solo 9 giorni la denuncia di scomparsa. L’obiettivo collocato sulla strada, poco più avanti, non ha invece ripreso il passaggio della 27enne, che lungo quella strada, a piedi, era solita passare molto spesso. E’ dunque possibile che chi le ha fatto del male l’abbia sequestrata in un punto della strada tra le due telecamere di videosorveglianza proprio per eludere gli obiettivi. Una perquisizione nella casa di un parente (con precedenti penali) di Jessica è già stata effettuata, e si si sta indagando nell’ambito della cerchia di familiari e amici stretti.

Lo strano sogno della madre di Jessica Lattuga

La madre di Jessica Lattuca, Giuseppina Caranno, ha rivelato ai carabinieri di Agrigento una visione premonitrice. “Ho sognato un uomo calvo, magro di corporatura, che mi ha indicato il posto esatto dove si trova mia figlia. Sono convintissima che quel sogno sveli che fine ha fatto Gessica”. Secondo alcune fonti, quanto riferito dalla donna come sogno sarebbe in realtà una circostanza riferitale da qualcuno che, temendo ripercussioni, anziché andare dai carabinieri e denunciare regolarmente il fatto avrebbe riferito privatamente quanto a sua conoscenza alla madre della ragazza, chiedendole di non fare il suo nome. La mamma di Jessica, dunque, così come accadde con il fioraio di Avetrana nel caso Sarah Scazzi, per non fare il suo nome avrebbe inventato di avere sognato il tutto. La testimonianza della donna è stata acquisita agli atti e va contestualizzata in una realtà – quella di Favara e dell’Agrigentino – dove vige un clima di omertà difficile da debellare. La Procura di Agrigento non sta tralasciando nulla al caso e secondo le ultime indiscrezioni sarebbe vicina ad una svolta.

Leggi anche: Jessica Lattuca scomparsa a Favara news: le sinistre parole della madre

Non si lava da oltre 60 anni: la storia dell’uomo più sporco del mondo (foto esclusive)

Unguento omeopatico ritirato dal commercio: qual è il lotto interessato