in

Jessica Lattuca scomparsa a Favara: trovato suo biglietto in casa del fratello

Jessica Lattuca scomparsa a Favara ultime notizie: ieri 19 settembre Giuseppina ed Enzo, rispettivamente madre e fratello della 27enne siciliana di cui si sono perse le tracce dallo scorso 12 agosto, hanno fatto un ritrovamento alquanto strano. Un pezzo di carta con su scritto il numero di cellulare della madre. La ragazza lo aveva forse in borsa ed è scivolato nella poltrona mentre cercava qualcosa, forse le sigarette. Jessica lo avrebbe perso la sera della scomparsa mentre si trovava a casa del fratello. Alle 20:50, quando va via da lì, a piedi, di lei si perde ogni traccia e il telefonino si spegne per sempre.

Potrebbe interessarti anche: Scomparsa Jessica Lattuca, le parole sinistre dell’ex convivente: un tragico presentimento?

Perché la 27enne aveva annotato su un pezzetto di carta il numero della mamma, che peraltro aveva già salvato nella rubrica del telefonino? “Mia figlia se lo teneva perché diceva ‘non si sa mai’ se h bisogno di aiuto chiamo mia mamma”, così in lacrime la signora Giuseppina in collegamento da Favara con La vita in diretta, che anche ieri è tornata sul caso. Fa molto pensare il particolare del bigliettino, Jessica si sentiva in pericolo e per questo si era annotata il numero della madre, qualora priva del telefonino avesse avuto bisogno di chiamarla? Il fratello, l’ultimo ad averla vista, dice che era tranquilla, come sempre. Enzo Lattuca non ha notato niente di strano in lei quel giorno, eppure dopo pochi minuti, varcata la soglia della sua porta di casa, la sorella si è come dissolta nel nulla. Come è possibile?

Una sparizione, improvvisa e repentina, che per le modalità fa ipotizzare che la 27enne, madre di 4 figli, appena uscita in strada si sia allontanata in auto con qualcuno. “Ma mia figlia non aveva un appuntamento”, ha puntualizzato la madre, “perché quel pomeriggio quando è uscita per andare dal fratello voleva portare con sé il suo bambino di 4 anni, ma lui ha rifiutato. Ha preferito restare in casa con me a giocare con i fratelli. Se mia figlia aveva un appuntamento il bambino non se lo portava”. Il possibile incontro con qualcuno in auto sarebbe stato dunque casuale? Interrogativo ancora senza una risposta.

roma auto su pedoni a san pietro

Roma auto su pedoni a San Pietro: ci sono feriti

Ultimi sondaggi elettorali, Euromedia Research: le percentuali dei partiti se si votasse oggi