in

Jessica scomparsa a Favara: sospette contraddizioni tra i testimoni oculari

Jessica Lattuca scomparsa a Favara ultime notizie: non si sposta dalla cerchia di parenti più stretti e conoscenti la lista di persone attenzionate dalla magistratura in merito alla misteriosa sparizione della 27enne favarese madre di 4 figli. Persone che sono state risentite dagli inquirenti nei giorni scorsi, tra cui Filippo Russotto, ex compagno e convivente della ragazza nonché padre di tre dei suoi figli. Al momento si indaga contro ignoti con l’ipotesi di sequestro di persona, fa sapere il settimanale Giallo.

Scomparsa a Favara: alcune testimonianze non collimerebbero

A destare dubbi negli investigatori il fatto che i racconti dei testimoni oculari che per ultimi hanno visto Jessica la sera della scomparsa, 12 agosto, non collimerebbero. Vi sarebbero in sostanza diverse incongruenze sospette. Alcuni testimoni avrebbero riferito un orario che però non coinciderebbe con altre dichiarazioni. Sentiti da Quarto Grado Russotto e il fratello di Jessica. Il primo ha ribadito che “Jessica l’amava” e che era libera di andare e venire da casa della madre, dove viveva con i loro bambini; il fratello della ragazza, Enzo Lattuca, ha riconfermato che la ragazza beveva e spesso si ubriacava, perché aveva problemi. Jessica stava anche assumendo psicofarmaci, a riprova del fatto che quello recente non era per lei un periodo facile.

L’ex compagno di Jessica ha precedenti penali: le parole di un pentito e la pista della vendetta

Un pentito di mafia è intervenuto sulla scomparsa di Jessica Lattuca e, stando quanto riportato da Giallo, ha rivelato: “Filippo Russotto, il compagno di Gessica, aveva messo a segno, insieme a criminali albanesi e pregiudicati di Catania, una truffa on-line ai danni di un casinò. Con l’aiuto di un esperto in informatica erano riusciti a entrare nel conto corrente bancario on-line del casinò e ogni mese si accreditavano delle somme di denaro sui propri conti correnti”La ragazza conosceva bene siffatta situazione e tra le ipotesi al vaglio c’è anche quella che qualcuno le abbia fatto del male per vendetta contro l’uomo. Il collaboratore di giustizia ha anche parlato di un ingente traffico di sostanze stupefacenti che da Liegi, in Belgio, con regolarità arrivavano a Favara a bordo di un autobus. Un imponente traffico di droga che potrebbe essere anche alla base di una guerra di mafia scoppiata negli ultimi tempi tra le due cittadine. Il pentito avrebbe fatto anche diversi nomi tra quelli di persone vicine a Jessica Lattuca.

Potrebbe interessarti anche: Jessica scomparsa a Favara news: “Andate a controllare nel pozzo aperto”

Martin Castrogiovanni malattia, età, altezza, peso, matrimonio saltato, fidanzata: il protagonista di Tu si que vales 2018

16enne incinta si fa un tatuaggio: perde il bambino e resta paralizzata