in

Jobs Act approvazione definitiva, ecco tutte le novità

Il Consiglio dei Ministri riunitosi lo scorso 24 dicembre ha approvato i decreti attuativi del Jobs Act, che disciplinano il mondo del lavoro. Ormai è ufficiale: l’Articolo 18 è superato, ed ha aperto la strada all’era delle cosiddette “tutele crescenti”, lasciando tuttavia la possibilità di reintegro nel caso di licenziamenti discriminatori e in parte per quelli disciplinari. Matteo Renzi ha parlato di “rivoluzione copernicana” nel mondo del lavoro dove da ora non ci saranno più “alibi per non assumere”. Ma è scontro e insoddisfazione sia tra gli alleati di governo, Ncd in testa e minoranza Dem, che nelle fila della opposizione.

Tra i provvedimenti approvati non c’è infatti il tanto annunciato e contestato “opting out” “sarebbe stato un eccesso di delega”, ha spiegato Matteo Renzi – una sorta di ‘jolly’ per le aziende che avrebbe impedito anche ad un lavoratore licenziato ed accusato ingiustamente di scarso rendimento di essere reintegrato con un super-indennizzo. Il Governo ha dato il via libera anche al decreto sulla questione Ilva di Taranto, affidata all’amministrazione straordinaria con un pacchetto di interventi per oltre 30 milioni che metterà a disposizione fondi per la città destinati a bonifiche, risorse per il Porto e per il Museo. Un intervento dello Stato previsto “entro 36 mesi” – ha detto Renzi – perché “la mano pubblica è fondamentale per salvare il polo industriale”.

Dal Cdm è uscito anche il ‘sì’ al decreto attuativo della delega fiscale sulla certezza del diritto, che il Premier in conferenza stampa ha spiegato così: “La chiarezza delle regole, le sanzioni inasprite per chi evade ma il tentativo di porre il pubblico come consulente non nemico”. È stato approvato anche il decreto “milleproroghe”, il “più light della storia degli ultimi anni“, a detta del premier, che agli scettici e critici dell’operato del suo esecutivo ha detto con un messaggi via Twitter: “Si arrenderanno all’improvviso, quando non potranno più negare la realtà. Per adesso, noi, al lavoro!”.

Castle su Rai2

Stasera in tv: Grandi speranze, Gladiatori a Roma e Se mi lasci ti cancello

Elena Ceste ultimi notizie

Elena Ceste, ultimi aggiornamenti: il cellulare della figlia di nuovo al vaglio degli investigatori