in ,

Jobs Act, articolo 18, tutte le novità: tutele e contratti

Ecco tutte le novità sulla proposta al Senato di oggi, 23 settembre 2014, del Jobs Act di Matteo Renzi. I punti fondamentali sono: articolo 18, tutele e contratti di lavoro.

Il governo vuole sopprimere l’articolo 18 per i neo assunti, per almeno i primi tre anni di lavoro, mentre il sindacato, insieme ad una minoranza nel Pd, ne è contrario e lo difende. L’emendamento presentato dal governo all’articolo 4 del disegno di legge è quello in cui si parla delle differenti forme di contrattazione esistenti sul mercato. Per questo punto, il Governo ha parlato del regime di subordinazione a tutele crescenti. In che cosa consiste? Consiste nell’eliminazione della possibilità di reintegro in caso di licenziamenti senza giusta causa ad eccezione dei casi di discriminazione. Sarà prevista, invece, un’indennità economica da dover corrispondere al lavoratore fino a 24 mesi.

Sono state proposti contratti di solidarietà anche alle piccole imprese sotto i 15 addetti, novità in tema di maternità e di conciliazione dei tempi di lavoro, la possibilità di cedere giornate ai colleghi a corto di permessi. L’introduzione del compenso orario minimo è restata immutata.

PES Italia videogiochi

PES 2015 demo Europa: finalmente c’è una data

Caso Yara super testimone a Pomeriggio 5

Caso Yara, super testimone a Pomeriggio 5: “Il corpo di Yara fu spostato?”