in

Jobs act, assunzioni e decontribuzione: ecco che cosa potrebbe cambiare nel 2016

Novità per quanto riguarda il Jobs Act. L’esecutivo sta lavorando per apportare cambiamenti importanti in vista dell’appuntamento di fine settembre con la legge di stabilità 2016. L’abolizione della Tasi sulle abitazioni principali, la revisione dell’Imu agricola, lo sblocco dei contratti del pubblico impiego, la flessibilità in uscita e il meccanismo di perequazione sulle pensioni e, infine, la proroga della decontribuzione sulle nuove assunzioni a tempo indeterminato, anche se con un format più selettivo rispetto a quella valida fino a fine anno, sono alcuni dei principali temi che verranno affrontati.

=> CLICCA QUI SE VUOI CONOSCERE OFFERTE DI LAVORO.

Per quanto riguarda la proroga della decontribuzione sulle assunzioni a tempo indeterminato, i dati Inps avrebbero confermato nel mese di giugno la possibilità concreta che a fine anno si possa centrare l’obiettivo di un milione di nuovi contratti che potrebbero beneficiare della decontribuzione triennale (fino a 8.060 €). Il gruppo che monitora l’attuazione del Jobs Act, richiesto da Giuliano Poletti starebbe facendo i primi calcoli. Sarebbe stata stimata, infatti, una maggiore spesa fiscale di circa 5 miliardi sulle competenze del 2016. Il Governo intenderebbe, infatti, replicare la decontribuzione ma questa volta in modo più selettivo, incentrando l’attenzione soprattutto al Sud e alle donne.

L’obiettivo è quello di dare una spinta al mercato del lavoro che pare immobile. Non ci saranno più le clausole come quella che attualmente consente lo sgravio solo se i neo-assunti non hanno avuto un contratto a tempo indeterminato per almeno sei mesi.

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

coppia acido figlio

Coppia dell’acido: adottabilità per il figlio di Martina Levato e Alexander Boettcher

Vacanze settembre 2015 low cost, Le offerte dalla Sicilia alla Grecia

Vacanze settembre 2015 low cost: offerte economiche dalla Sicilia alla Grecia