in ,

John Lennon: l’assassino Mark David Chapman si pente e riconosce di essere stato un “idiota”

L’assassino di John Lennon si è ufficialmente pentito, al punto da definirsi un “idiota”. Sono passati quasi 34 anni, da quel maledetto 8 dicembre 1980, quando il fanatico Mark David Chapman si appostò di fronte al palazzo di Yoko Ono ed estrasse la pistola da cui partirono i cinque colpi che furono fatali al musicista.

assassinio Lennon pentimento

Sarebbero state le parole delle canzoni God e Imagine, dove Lennon parlava del desiderio di vivere in un mondo senza più religioni, ad irritare la sensibilità dell’uomo, che si professava fervente credente, e ad accenderne la furia omicida.

Chapman era tornato di recente alle cronache, dopo l’ultimo (fallito) tentativo di richiederne la scarcerazione. E proprio dal penitenziario di Buffalo, dove sta scontando la pena, parla di riavvicinamento alla fede.

 

Social network: ecco perché pubblicizzare la gravidanza su Facebook è in grado influenzarvi

Ice Bucket Challenge sla di 100 turisti a Gallipoli 28 agosto

Ice Bucket Challenge, secchiata gelata per la Sla: la fanno in 100 a Gallipoli