in ,

Jova Beach Party a Rimini: la Riviera Romagnola ospita la “festa infinita” di Jovanotti

Il Jova Beach Party è la grande festa in spiaggia secondo Jovanotti, un villaggio temporaneo di musica live e di intrattenimento che prevede diciassette tappe sulle spiagge di tutta Italia, per tutta l’estate 2019. E Rimini, la capitale per definizione del divertimento estivo, non poteva non farne parte. Il debutto di questo evento, che si presenta come una celebrazione dei ventisette anni di carriera del cantautore, ha avuto luogo a Lignano Sabbiadoro, ospitando oltre 45mila spettatori.

jova beach party

La tappa a Rimini Miramare: la line-up ufficiale e le manovre in corso

A questa grande festa, oltre al concerto, è possibile trovare food trucks di ogni genere, partecipare a lezioni di yoga o persino sposarsi per i fan che decidono di convolare a nozze proprio in questa occasione. Nel frattempo, per garantire il normale svolgimento delle attività sono iniziati lavori per l’ampliamento dei parcheggi nel raggio di due chilometri dalla spiaggia. Ciò per impedire che si creino eventuali intasamenti all’inizio, ma soprattutto al termine del concerto.

jova beach party

La tappa di Rimini vedrà sul palco otto artisti provenienti da diversi Paesi del mondo – Duo bucolico, Dj Ralf, Jupiter & Okwess, Magicaboola Brass Band, Orchestra Grande Evento, Orkesta Mendoza, The Liberation Project e Ackeehuice Rockers – che si esibiranno in attesa dello show di Jovanotti, che partirà alle 20.30 per poi proseguire fino a mezzanotte.
Una giornata intera di musica non-stop, balli e divertimento sulla spiaggia di Miramare, che sembrerebbe promettere di non lasciare delusi i fan del cantautore.

Tutela dell’ambiente: il produttore del Jova Beach Party si difende dalle polemiche

La prospettiva di una festa in riviera di queste dimensioni ha però messo subito in allerta le associazioni locali impegnate nella salvaguardia ambientale. Allo stesso tempo, le deputate del M5S Patrizia Terzoni e Ilaria Fontana hanno presentato un’interrogazione parlamentare al Ministero dell’Ambiente “per avere risposte in merito ai danni a flora e fauna che potrebbero essere stati provocati sui litorali italiani a causa dei lavori per il tour estivo di 17 tappe dell’artista Jovanotti”.

Maurizio Salvadori, direttore della Trident Music – la casa che ha organizzato l’evento – dal canto suo si è prontamente difeso sottolineando come da oltre sei mesi la società da lui diretta – che opera in partnership con il WWF – abbia “lavorato alacremente per ottenere tutte le autorizzazioni necessarie all’effettuazione del tour di Lorenzo Jovanotti Cherubini nei lidi italiani. Queste autorizzazioni sono state rilasciate dopo la presentazione di specifici studi di incidenza ambientale e successive valutazioni delle commissioni regionali a ciò specificamente preposte”.

Non rimane, dunque, che attendere il via della festa infinita, buon Jova Beach Party!

Maria Grazia Cucinotta Instagram, colazione ‘abbondante’: il decolleté è «Un sogno irraggiungibile»

heather parisi lorella cuccarini

Heather Parisi contro Lorella Cuccarini: la frecciatina su Twitter