in

Juventus lavora con noi 2016: offerte di lavoro a Torino in bianconero

Tifosi juventini o appassionati del gran calcio, questa è probabilmente l’occasione giusta per voi. A maggior ragione se siete residenti a Torino, visto che la sezione Lavora con noi del sito Juventus propone varie offerte di lavoro per entrare a far parte del magico team bianconero. Andiamo a vedere subito più nel dettaglio di cosa si tratta, quali sono i requisiti richiesti per entrare a far parte del club e come fare per candidarsi inviando il curriculum.

[urban-lavoro lavoro=”laurea” dove=”torino”/]

Le offerte di lavoro attualmente disponibili a Torino con la Juventus sono le seguenti:

  • Partenerships Activation Officer;
  • International Business Development Officer;
  • E-commerce Department;
  • Fan Relationship and Services Executive;
  • Data Analysis Junior Specialist;
  • Consumer Marketing Junior Specialist;
  • Graphic Design Intern;
  • Stadium Marketing Intern;
  • Temporary Sales Assistant.

CLICCA QUI SE VUOI CONOSCERE ALTRE OFFERTE DI LAVORO

La società mette a disposizione anche la possibilità di inviare una candidatura spontanea per candidarsi per uno specifico ruolo di interesse. Per conoscere i dettagli delle posizioni aperte, i requisiti di ciascuna offerta di lavoro e le modalità di inoltro del proprio curriculum vitae all’azienda è possibile consultare la sezione Lavora con noi del sito della Juventus. Allora cos’altro stai aspettando? Candidati subito e avvera il sogno di entrare a far parte del grande e prestigioso team Juventus Football Club.

RIMANI AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS DI LAVORO CON URBANPOST

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

5 feste del cioccolato 2016 da non perdere

Feste del cioccolato 2016: 5 eventi, da Perugia a Bologna, per un weekend che risveglia i sensi

jacopo fo post facebook

Morte Dario Fo, il figlio Jacopo su Facebook: “Tutti a celebrare mio padre dopo averlo censurato in vita”