in ,

Juventus – Napoli Coppa Italia, le polemiche sono di “rigore”: tutte le lamentele sui social e le dichiarazioni

La semifinale di andata di Coppa Italia tra Juventus e Napoli, giocata ieri sera allo Juventus Stadium, ha portato con sé strascichi di polemiche. La partita, vinta per 3-1 dalla Juventus grazie al gol di Gonzalo Higuain e ai due rigori trasformati da Paulo Dybala, ha fatto molto discutere per il modo in cui si è sviluppata e per l’arbitraggio condotto dal direttore di gara Paolo Valeri. L’episodio fondamentale recriminato dal fronte partenopeo riguarda il presunto fallo da rigore su Albiol nell’area di rigore juventina (non fischiato) e il conseguente contropiede degli uomini di Max Allegri con presunto fallo (fischiato) per un contatto tra Reina e Cuadrado. Dal dischetto la Joya non ha sbagliato per la seconda volta e ha chiuso la partita sul 3-1. Dal triplice fischio in poi la pioggia di poemiche non è tardata ad arrivare.

GUARDA QUI GLI HIGHLIGHTS DI JUVENTUS – NAPOLI DI COPPA ITALIA!

Juventus – Napoli Coppa Italia, la polemica è di “rigore”: tutte le lamentele sui social e le dichiarazioni

Juventus – Napoli si è giocata anche sui social. Specialmente su Twitter. In tanti hanno mostrato il loro disappunto per l’andamento della gara, a partire da chi si sente toccato direttamente, come il difensore del Napoli Lorenzo Tonelli, che non ha usato mezze misure, gridando allo “scandalo”. 

Ma anche sull’account ufficiale del Napoli non sono mancati gli attacchi, soprattutto rivolti all’emittente televisiva Rai Sport, rea di non aver giudicato in maniera giusta gli episodi di moviola che hanno condizionato la gara dello Juventus Stadium. Al fischio finale, con esterema puntualità, compare un Tweet inequivocabile.

Rai Sport replica in diretta tv per bocca del vice-direttore Marco Mazzocchi che parla di “attacco inaccettabile ai nostri telecronisti”. È poi la volta del ds del Napoli Cristiano Giuntoli che, pieno di rabbia, sottolinea che gli uomini di Maurzio Sarri sono stati “sconfitti da decisioni arbitrali vergognose che fanno male al calcio italiano”. Sull’episodio del calcio di rigore su Cuadrado, è il diretto interessato Reina a spiegare l’accaduto:”Cosa avrei dovuto fare, scomparire? Non potevo certo farlo. È scandaloso” –  ha sottolineato il portiere spagnolo al termine della partita -. Ho preso la palla è Cuadrado che m’è caduto addosso. Come facevo a evitarlo? Io sono andato sulla palla”. Non dello stesso parere Paulo Dybala, realizzatore dei due contestati rigori ed inevitabile protagonista del match. Sul suo profilo Twitter ufficile, l’argentino se la ride di Joya, scrivendo che per carnevale ha indossato la Dybala Mask per due volte, con tanto di faccine divertite annesse.

Nel post partita non sono mancate le sue dichiarazoni di “protesta” riguardo il pregiudizio nei confronti della Juventus: Quando ci fischiano un rigore a favore c’è sempre caos, mentre quando non ce lo fischiano non dicono nulla. Koulibaly? Chiedete a lui se mi ha toccato, mi ha pure chiesto scusa per il fallo”. Ovviamente furibondo anche il presidente degli azzurri Aurelio De Laurentiis arrivato, secondo quanto riportato da Repubblica.it “a lanciare una assurda provocazione, con la minaccia di non schierare i titolari nella sfida di ritorno della semifinale contro la Juve e presentare al San Paolo (il 5 aprile) la formazione Primavera. Non succederà, ovviamente. Ma è probabile che il presidente si metta in viaggio dagli Stati Uniti con un paio di giorni d’anticipo, per essere sabato pomeriggio all’Olimpico in tempo per seguire dal vivo la sfida contro la Roma”. Molto più duro il sindaco di Napoli Luigi De Magistris che, infocato dalla rabbia del tifoso, ha tuonato:  “Parlo come un tifoso incazzato, a Torino abbiamo subito dei torti gravissimi da parte del direttore di gara, oltre agli insulti dello stadio contro la nostra città e il commento vergognoso in tv di alcuni opinionisti. Nulla è perduto, con l’aiuto del San Paolo possiamo ancora rifarci. Ce la metteremo tutta per voltare pagina”. Napoli – Juventus: neanche finita, è già ricominciata.

 

Anticipazioni L’Intervista Maurizio Costanzo puntata 2 marzo: ospite il ministro Beatrice Lorenzin

alessia marcuzzi lato saffico

Alessia Marcuzzi rivelazioni piccanti: la nudità e l’attrazione per le donne