in ,

Juventus ‘ndrangheta, Agnelli fa il nome di Conte: i dettagli dell’intercettazione

Spunta anche il nome di Antonio Conte nel caos che sta coinvolgendo la Juventus e il suo presidente, Andrea Agnelli, riguardo il caso legato a ultrà e ‘ndrangheta. Gli interessi della malavita organizzata nel bagarinaggio dei biglietti dello Juventus Stadium hanno suscitato tante polemiche e accesi botta e risposta tra il procuratore generale della Figc, Michele Uva, e il presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi. Il nome di Conte si aggiunge ora a quello di Agnelli, durante una telefonata tra lo stesso numero uno bianconero e l’avvoccato Chiappero.

CLICCA QUI PER LE ULTIME NEWS SULLA SERIE A

Juventus ‘ndrangheta, dopo Agnelli spunta Conte: l’intercettazione

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, dalle carte emerge che anche Antonio Conte avrebbe in qualche modo chiesto la pace in curva. La conoscenza dell’ex tecnico bianconero con Dominello, uomo sospettato si essere il collante tra Juventus e n’drangheta, è testimoniata da una informativa della polizia del settembre 2016 , dove in un’intercettazione lo stesso Dominello sostiene di aver scambiato addirittura sms con l’ex ct della Nazionale. L’intercettazione che include direttamente Conte è quella tra Agnelli e l’avvocato Chiappero, risalente al 5 agosto. Ecco le parole del presidente della Juventus: “Lui (Dominello, ndr) si accompagnava a Germani, e Germani era pappa e ciccia con Conte. La pressione che metteva Conte la conosci anche tu, a chiunque stesse vicino a Conte noi gli davamo un po’ più retta… Perché noi ci abbiamo voglia? No, perché poi la curva fa casino, non siete capaci di gestire un cazzo, cioè non devo spiegare a te come ragiona Antonio”.

Uomini e Donne gossip: Jack Vanore parla della sua relazione con Raffaella Mennoia

Giornalisti lingua tedesca e ladina cercansi in RAI

Rai lavora con noi 2017: 150 tirocini per laureandi, ecco come candidarsi