in ,

Juventus-Roma: interrogazione parlamentare sulla partita, tra i politici è rivolta istituzionale

L’Italia è una Nazione gravata da problemi di non poco conto: record della disoccupazione giovanile, allarme demografico, recessione, deflazione, ma in Parlamento si discuterà della partita di campionato Juventus-Roma. Il match è stato vinto dalla Juve col risultato di 3-2 e a giudizio di molti tifosi e poltici questo risultato è stato adulterato da decisioni arbitrali pesanti, tanto da causare una rivolta istituzionale bipartisan.

interrogazione parlamentre per la partita Juventus Roma

Il capogruppo di Fratelli d’Italia, Fabio Rampelli, ha presentato un’interrogazione parlamentare “sul comportamento dell’arbitro Rocchi”, non di meno l’eurodeputato della Lega Nord, Buonanno ha interpellato l’organo esecutivo dell’Unione europea. Il deputato democratico, Marco Miccoli, infuriato ha dichiarato “gli imprenditori stranieri sono messi in fuga da questa arbitrarietà e mancanza di certezza nell’applicazione delle regole”, altro che articolo 18. Sembra che il parlamentare de Pd sia pronto a presentare un’interrogazione al ministro dell’Economia, più un esposto alla Consob, poiché le due società calcistiche sono entrambe quotate in borsa.

La partita di domenica ha scatenato tutti i politici, non si sono fatte attendere le reazioni del vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, che ha commentato: “T urone T evez T ruffa”, e ancora il romanista Francesco Storace: “Manco il Partito Comunista con gli scrutatori ai seggi”. Insomma oggi la priorità è la discussione sulla partita Juventus-Roma.

Unioni civili, Alfano: “Ordinerò di annullare nozze gay”

zenga allenatore Sampdoria

Inter ultime notizie: Zenga in pole se salta Mazzarri