in

Keanu Reeves compie 54 anni: 5 cose che (forse) non sai sull’attore canadese

Keanu Reeves, uno degli attori più amati dal pubblico americano e non solo, festeggia oggi 54 anni. Famoso per aver interpretato Neo nella trilogia di fantascienza Matrix, Keanu Reeves ha girato pellicole entrate di diritto nella storia del cinema mondiale: da Belli e dannati a Speed, da Le riserve a Piccolo Buddha. Indimenticabile la sua interpretazione di Kevin Lomax nel thriller surreale L’avvocato del diavolo, film che lo ha fatto conoscere e apprezzare dalla critica.

Di questi giorni la notizia che avrebbe fondato una casa editrice tutta sua. Insomma un attore, ma molto altro. Keanu Reeves non ha mai smesso di stupire: impegnato nel sociale, umile e disponibile con i fan, diciamo l’eterno ragazzo della porta accanto. La notizia della sorella malata di leucemia conquisto il pubblico. L’attore, infatti, decise di starle accanto e a lungo ha vissuto con lei a Capri. Soltanto dopo la guarigione della giovane i due sarebbero tornati in Canada. Scopriamo insieme qualche altro aneddoto legato all’attore.

Una famiglia cosmopolita

Keanu è nato a Beirut il 2 settembre 1964 ed è cresciuto in Canada. Qui ha coltivato la sua passione per l’hockey sul ghiaccio sin da bambino. Una famiglia cosmopolita: la madre inglese, il padre mezzo hawaiano con antenati portoghesi, cinesi e inglesi. Il suo nome è difatti hawaiano e significa: “brezza fresca di montagna”, da Keaweaheulu. 

Dagli spot pubblicitari al cinema

Prima di entrare nell’Olimpo di Hollywood, Keanu Rivas ha mosso i primi passi nel mondo della pubblicità. La sua prima apparizione? In uno spot degli anni ’80 del noto marchio Coca Cola.

Appassionato di motori e letteratura

Keanu Reeves è un grande appassionato di moto. Le ama talmente tanto da aver fondato, in società con il preparatore Gard Hollinger, la Arch Motorcycle. Altrettanto forte è l’attaccamento alla lettura. L’attore sarebbe un grande appassionato di Shakespeare. Nel 1993 durante le riprese di Speed, tra una pausa e l’altra si rinchiudeva nella sua roulotte e studiava le battute dell’Amleto. Quando poi nel 1996 gli offrirono di replicare il grande successo in Speed 2, lui rifiutò, mandando all’aria un contratto da 12 milioni di dollari. Obiettivo? Andare a Winnipeg in Canada per fare la stagione teatrale al Manitoba Theatre Centre nel ruolo, ovviamente, di Amleto. I soldi non sono mai stati una priorità per lui.

Matrix e la notorietà

Per il ruolo di Neo, personaggio principale del film Matrix, era stato inizialmente scelto Brandon Lee. In seguito alla morte di Lee, si pensò a Johnny Depp e poi a Will Smith, ma entrambi rifiutarono. Keanu Reeves fu dunque la quarta scelta dei produttori. Vincente, si può ben dire!

Lutti e drammi che lo hanno segnato

Nel 1999 si fidanzò con l’attrice Jennifer Syme, e, un anno dopo, nacque la loro primogenita, che morì però pochi giorni dopo per una malformazione cardiaca congenita. Un evento che l’attore ha fatto fatica a superare. Alla piccola era stato dato il nome di Ava. Dopo questo evento la coppia si lasciò. Nel 2001 Jennifer morì sotto l’effetto di psicofarmaci e alcool in un incidente stradale. Le tombe di Jennifer e Ava sono vicine l’una all’altra, al Westwood Village Memorial Park.

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Riforme Governo Conte 2018, Tria: “Non siamo i malati di Europa, fidatevi”

Prato detenuto aggredisce agenti con una lametta: uno è ferito gravemente