in ,

Kenya, strage jihadista all’università: studenti presi in ostaggio, almeno 15 i morti

Un gruppo di uomini armati a volto coperto ha attaccato all’alba il campus universitario di Garissa, nella parte orientale del Kenya, a 150 km dal confine con la Somalia, provocando, ma il bilancio è provvisorio, almeno 15 morti e circa 70 feriti. L’attacco, si apprende dalla Cnn, è stato rivendicato dall’organizzazione jihadista somala di Al Shabaab, responsabile già in passato di numerosi attentati al Paese dell’Africa centro-orientale.

Sheikh Ali Mohamud Rage, portavoce dell’organizzazione, ha dichiarato telefonicamente all’agenzia francese Afp che gli assalitori, a seguito dell’irruzione nella struttura, avrebbero diviso gli studenti cristiani da quelli musulmani, rilasciandone 15 tra quelli di religione islamica. L’ateneo è ora circondato dalle forze di polizia keniote, che stanno attaccando i terroristi da più parti.

Al momento non si hanno ancora notizie di circa 500 persone coinvolte nell’attacco. Joseph Nkaissery, il ministro degli Interni del Kenya, ha dichiarato che su 815 studenti ne mancherebbero all’appello 535.

Muntari Witsel

News, Berlusconi vende il Milan ai cinesi: Serie A sempre meno italiana

HTC One M8 S smartphone

HTC One M8s: data d’uscita, prezzo, caratteristiche tecniche