in

Kill-switch, antifurto per smartphone: il cellulare rubato non potrà essere utilizzato

Arriva dagli States, precisamente da San Francisco, in California, una proposta di legge approvata lo scorso 8 maggio: l’obbligo di realizzare e vendere smartphone dotati di un sistema di antifurto. Nello specifico, si chiama Kill-switch ed è un particolare dispositivo che rende praticamente inutilizzabile il cellulare da chiunque non sia il proprietario, facendo in modo che l’apparecchio, finito in mani sbagliate, venga disattivatoantifurto smartphone

Un disegno di legge che scaturisce dalla impellente esigenza di arginare il diffuso e continuo verificarsi di furti di smartphone – e conseguenti episodi di violenza – negli Stati Uniti, fenomeno che negli ultimi tempi va dilagando e che, dal 2012 al 2013, si è addirittura raddoppiato. Le statistiche dicono infatti che un americano su dieci ha subito un furto di cellulare almeno una volta nella vita.

Lo speciale antifurto sarà installato su tutti gli smartphone prodotti dopo il 1° luglio 2015, ma al momento il provvedimento non ha interessato gli altri apparecchi elettronici quali tablet  e simili, comunque meno diffusi rispetto ai cellulari touch screen.

Seguici sul nostro canale Telegram

Icardi ironico con una pistola alla tempia: è arrivato l’abito da sposo

India ragazza stuprata e bruciata viva

India , è ancora orrore: uccide l’ex e stupra il cadavere con un amico