in ,

Killer di gatti a Bergamo: mandava foto animali in agonia alle proprietarie

Gli agenti del Corpo forestale di Bergamo hanno denunciato un uomo di 40 anni con precedenti penali. Le accuse mossegli sono molto gravi: maltrattamento, uccisione di animali e stalking. Pare infatti che l’uomo adescasse le proprietarie di gatti che mettevano annunci online per regalare le piccole bestiole. L’uomo, dopo averle contattate ed incontrate, riusciva ad appropriarsi dei gattini che poi puntualmente seviziava ed uccideva.Stalking

Le atrocità da lui commesse, però, non finivano qui. Egli aveva la macabra abitudine di fotografare le piccole bestiole in agonia, per poi mandare le terribili immagini alle proprietarie dei felini, tramite WathsUp. Il fare sospetto dell’uomo ha fortunatamente allarmato qualche donna che, non fidandosi di lui, si è rifiutata di concedergli i gattini e lo ha denunciato, lo scorso 30 giugno. Da lì sono scattate le indagini e i pedinamenti del sospettato da parte delle forze dell’ordine che, nel perquisire il suo appartamento, hanno fatto delle orribili scoperte: almeno 4 i casi accertati di tortura e uccisione delle bestiole, e la certezza che alcune delle foto inviate alle donne molestate fossero state scattate proprio nella sua abitazione.

Il suo appartamento era in evidente stato di degrado e gli agenti hanno riscontrato molte tracce di sangue riconducibili alle atrocità compiute sui gattini. Si teme tuttavia che gli animali uccisi siano molti di più di quelli accertati. Per ciò che riguarda le minacce e le molestie alle proprietarie degli animali, le indagini sono tuttora in corso.

Rifiuti plastici in mare

Spazzino dei mari: l’invenzione da 2 milioni di dollari di un giovane olandese

Amici 13

Amici 13, Paolo Macagnino ed Ornella Vanoni: un sodalizio che potrebbe arrivare a Sanremo 2015