in

Kim Dotcom di Megaupload salva Playstation Network e XboX Live dall’attacco degli hacker Lizard Squad?

Sono conosciuti come “Lizard Squad“, il gruppo di aggressori che nel giorno di Natale ha sferrato un attacco ai server di Sony Playstation Network e di Microsoft Xbox. Una mossa studiata a tavolino quella della ‘Squadra Lucertola’ che ha causato problemi a milioni di utenti connessi in tutto il mondo. I videogiocatori sono rimasti infatti inermi davanti allo schermo del loro televisore, senza aver la possibilità di giocare online, per un bel po’ di ore.

Secondo alcune voci non ancora confermate né da Sony, né da Microsoft si tratterebbe di un attacco DDoS (Distributed Denial of Service) pianificato da tempo.

Poco tempo dopo l’inizio del blocco il gruppo di lucertole ha rivendicato il suo intervento sui social network ricattando gli utenti: in cambio dell’adesione a un profilo Twitter il blackout sarebbe cessato.
Nonostante però la promessa diffusa online i problemi su entrambe le piattaforme coinvolte stanno continuando anche nella giornata odierna e, non si esclude ci possa esserci una correlazione con il recente attacco sferrato a Sony Pictures.
La decisione presa da Sony e Microsoft di diffondere il film “The Interview” a discapito del leader Kim Jong-un non è infatti piaciuta molto al popolo dei nordcoreani e, il risultato della sfida lanciata dai due colossi sembra ormai essere sotto gli occhi di tutti.
Ma se invece dietro tutto questo ci avesse messo lo zampino Kim Dotcom? Il re di MegaUpload ha infatti deciso di agire in prima persona bloccando l’intervento dei disturbatori negoziando una grande quantità di voucher gratuiti per i servizi di MegaUpload in cambio della sospensione di qualsiasi attacco ai server di Xbox Live e PlayStation Network…Mossa pubblicitaria o semplice spirito natalizio?

Gaia Molinari: uccisa a 29 anni in Brasile la ragazza di Piacenza

su Rai1 Rapunzel

Stasera in tv: Rapunzel – L’intreccio della torre e The Musketeers