in

“Kissing Bugs”

141119_kissingbug


In tutto il sud degli Stati Uniti, i residenti affrontano un rischio concreto, ma soprattutto ancora non riconosciuto di contrarre la malattia di Chagas, un’infezione parassitaria che può portare a malattie cardiache gravi. La malattia di Chagas è tipicamente diffusa alle persone attraverso le feci di insetti succhiasangue, ed è nota anche come “Kissing bugs”, perché questi insetti camminano sui volti delle persone durante la notte.

Melissa N. Garcia, del Baylor College of Medicine (Texas, USA) ha osservato che un alto numero di persone stanno risultando positive alla malattia di Chagas e che alti tassi di malattie cardiache sembrano essere correlati.
La Malattia di Chagas può essere diffusa attraverso il sangue, e gli autori dello studio hanno analizzato numerosi donatori di sangue tra il 2008 e il 2012, scoprendo che 1 ogni 6.500 donatori di sangue è positivo all’esposizione al parassita che causa la malattia di Chagas. Tale cifra è 50 volte superiore a quella dei Centri statunitensi per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione (CDC).

Osservando che: “Anche se affermata come importante causa di infezione e mortalità in America Latina, la malattia di Chagas è in aumento negli Usa e forse in altri paesi del mondo. Essa va riconosciuta come una potenziale causa di malattie cardiache e dunque i cardiologi dovrebbero prendere in considerazione il cambiamento nelle dinamiche di trasmissione associato con la malattia di Chagas”.

Integratori per il benessere cardiovascolare

Written by Monia Trentarossi

36 anni, Amministratore di AntiAging Club, il primo sito dedicato all'AntiAging, in partnership con AMIA, Associazione Italiana Medici AntiAging. Consulenza medica specialistica e vendita online di prodotti Antiaging delle migliori marche.
Vive a Milano, appassionata di viaggi in giro per il mondo, sport (fitness, vela, sci...) cinema e buone letture. Per UrbanPost scrive di Benessere.

Massimo Bossetti difeso da professore universitario

Caso Yara: professore universitario entra nel collegio difensivo di Massimo Bossetti

Alonso dice addio alla Ferrari

Fernando Alonso lascia la Ferrari, nel suo futuro c’è la McLaren