in

Kristina, la figlia di Whitney Houston non è morta, sta migliorando: “Apre gli occhi”

Finalmente una notizia positiva per la famiglia di Bobbi Kristina Houston Brown. La figlia 21enne della celebre cantante Whitney Houston, ricoverata in coma farmacologico indotto all’Emory University Hospital di Atlanta, sembra si stia lentamente riprendendo dalla tragica notte del 31 gennaio scorso, quando, priva di conoscenza, è stata ritrovata nella vasca da bagno della sua abitazione di Roswell in Georgia.

A parlare è stata la zia di Kristina, Leolah Brown, che ha dichiarato alla rete televisiva Fox5 dei miglioramenti fatti dalla nipote nelle ultime ore: “Sappiamo che sta aprendo gli occhi” ha detto Leolah, che continua: “Proprio così, ha aperto gli occhi, sta facendo piccoli progressi ma Kristina ora sta meglio.

Nei giorni scorsi l’attrice era stata data più volte per spacciata e in grado di respirare solo perché attaccata a una macchina che la manteneva in vita. Ora la famiglia smentisce le notizie della sua morte cerebrale e ribadisce che Kristina “She is“, è ancora tra noi e sta lottando contro la depressione che l’aveva colpita dopo la morte della mamma, avvenuta esattamente tre anni fa, l’11 febbraio 2012.
In occasione della ricorrenza, la scorsa notte, centinaia di fan della cantante si sono riuniti in una veglia nella periferia di Atlanta con torce, candele e smartphone accesi. L’iniziativa ‘Fai brillare una luce per la guarigione di Bobbi Kristina‘ si è tenuta all’anfiteatro di Riverdale, a sud della capitale della Georgia.

Foto: Asterio Tecson

Calciomercato Juventus Morata

Calciomercato Juventus: Morata potrebbe tornare al Real Madrid e Zamparini apre l’asta per Dybala

Caso Loris Stival ultime news

Loris Stival ultime news, la madre Veronica dal carcere: “Nessuno mi ridarà mio figlio”