in ,

La curiosità è gatta: gatto domestico inscatolato e spedito via posta per errore

Si sa, i gatti sono curiosi: se vedono una scatola, una valigia, l’anta dell’armadio aperta non possono resistere all’impulso di infilarcisi all’interno. Cupcake deve aver fatto trovato irresistibile quella scatola piena di dvd che i suoi padroni stavano per spedire. Il siamese è quindi finito nella scatola – anche se la dinamica continua a risultare poco chiara – ed è stato spedito dal Cornwall all’altro lato della Gran Bretagna. Otto giorni in una scatola da cui è uscito praticamente illeso.

Il ricevente del pacco, quando ha aperto la scatola, oltre al dvd ha trovato Cupcake disidratato, affamato, indebolito, spaesato, ma non in pericolo di vita. Nel frattempo i padroni, ignari di aver spedito il proprio gatto, lo cercavano affranti e stampavano manifesti che distribuivano per il quartiere. Il felino, essendo microchippato, è stato immediatamente riconosciuto.

Nel frattempo, il prestigioso The Guardian specifica che la Royal Mail, il servizio postale di Sua Maestà, pur accettando la spedizione di insetti, api e lombrichi rifiuta l’invio di animali vivi. Una precisione doverosa… Un caso simile, ma non casuale come questo, si è verificato nel 2006 quando uno studente di Cambridge fu multato per 750 sterline e gli fu inibito per dieci anni il possesso di animali per aver spedito a un amico un’aragosta viva. Questo la dice lunga sull’attendibilità dei test d’ingresso presso la prestigiosa Cambridge. Se hanno ammesso questo genio…

incidente stradale Ferri

Roma news, Jacopo Ferri fa un incidente stradale: ecco cosa è successo

dare le dimissioni volontarie novità 2016

Dimissioni online 2016: news dal Ministero del Lavoro su come fare