in

La depressione è rilevabile dal sangue

I ricercatori del MedUni di Vienna hanno dimostrato la possibilità di utilizzare un esame del sangue per rilevare la depressione. Fino ad ora gli esami del sangue sono stati considerati inutili al fine di rilevare le malattie mentali.

Il trasportatore della serotonina (SERT) è una proteina della membrana cellulare che facilita il trasporto del neurotrasmettitore serotonina (comunemente noto come “ormone della felicità”) nella cellula. Nel cervello, il trasportatore della serotonina regola le reti neurali. Condizioni di depressione possono essere causate da una mancanza di serotonina. Di conseguenza, il trasportatore di serotonina è anche il punto di azione per i principali farmaci antidepressivi.

Il trasportatore della serotonina, tuttavia, è presente anche in grandi quantità in numerosi altri organi quali l’intestino o sangue. Recenti studi hanno dimostrato che il trasportatore della serotonina nel sangue funziona esattamente allo stesso modo come nel cervello. Nel sangue, assicura che le piastrine mantengano la concentrazione appropriata della serotonina nel plasma sanguigno.

I ricercatori del MedUni Vienna ora hanno utilizzato la risonanza magnetica funzionale del cervello e ricerche farmacologiche per dimostrare che esiste una stretta relazione tra la velocità della recaptazione della serotonina nelle piastrine del sangue e la rete di depressione nel cervello.

Questa rete è denominata “modalità di rete predefinita” perché è attiva principalmente a riposo ed elabora i contenuti con una forte autoreferenzialità. I risultati di questi ultimi anni hanno dimostrato che essa è soppressa attivamente durante i processi di pensiero complessi, che è essenziale per un adeguato livello di concentrazione. È interessante notare che i pazienti con depressione hanno difficoltà a sopprimere questa rete durante i processi di pensiero, che porta a pensieri negativi e le elucubrazioni così come a scarsa concentrazione.

“Questo è il primo studio che è stato in grado di predire l’attività di un’importante rete di depressione nel cervello tramite un esame del sangue” spiega il leader dello studio, Lukas Pezawas, del Dipartimento di Psichiatria del MedUni di Vienna. “Questo risultato significa che la diagnosi di depressione attraverso gli esami del sangue potrebbe diventare realtà in un futuro non troppo lontano”.

Striscioni contro mamma Ciro Esposito

Ciro Esposito, un tifoso della Roma manda una lettera a Napoli: ecco cosa scrive

Il gene Klotho e l’invecchiamento