in

La dieta del gelato: dimagrire “con gusto”

La bella stagione dà il via libera ad un’alimentazione sana, nutriente e gustosa, basata su frutta e verdura. E quando la frutta va a finire nel gelato, poi, si unisce l’utile al dilettevole. Eh sì, perché il gelato alla frutta può sostituire un pasto, favorendo il dimagrimento senza sacrifici e deliziando, nel contempo, il palato.Gelato alla frutta

Quella del gelato è una dieta ideale per tenersi in forma anche quando si è in vacanza. Il trucco sta nel bilanciare l’apporto nutrizionale del gelato con cibi proteici in grado di rallentare l’assorbimento degli zuccheri. Scegliete un gelato a base fragole, limone e anguria, ad esempio, frutti molto più leggeri rispetto a banana o cocco, pistacchio o nocciola, che invece danno un maggiore apporto calorico. Così facendo si potrà mantenere sotto controllo il valore della glicemia nel sangue, ed assumere zuccheri in quantità ridotte.

La dieta prevede un gelato al giorno al posto di uno dei cinque pasti principali: a colazione, a merenda, a pranzo o a cena. Non bisogna però superare i 150 grammi di gelato, scegliendo i frutti più leggeri e di stagione. È tuttavia ammessa una sola trasgressione a settimana, che vi permetterà di scegliere dei gusti più calorici, come la crema e simili. Si consiglia di optare per i gelati artigianali, più sani e nutrienti di quelli confezionati, spesso ricchi di grassi, conservanti e zuccheri. Sì alla soia, priva di colesterolo e povera di zuccheri. Seguendo queste semplici regole potrete perdere un chilo a settimana. Che aspettate a provare?

Shakespeare spettacolo teatrale Bologna 2014

Sogno di una notte di mezza estate: a Bologna uno Shakespeare sperimentale (e senza veli) dal 17 al 20 luglio 2014

attrice indiana

Ischia Global Fest: Freida Pinto incanta