in ,

La figlia di Riina a Le Iene: “Mio padre stinco di Santo? Solo il Signore può giudicarlo, ecco cosa penso io” (FOTO)

La figlia di Riina intercettata da Le Iene, il programma in onda questa sera, domenica 10 dicembre 2017, su Italia 1 a partire dalle ore 21:25. La figlia del Capo dei Capi – morto lo scorso 17 novembre 2017 – ha fatto discutere in settimana per il nuovo business avviato insieme al marito: il caffè “Zu’ Totò” con un web-shop apposito. Ma in occasione della chiacchierata con Le Iene, la figlia di Riina, Maria Concetta, ha voluto dire anche la sua sul padre appena scomparso.

Leggi anche: La figlia di Riina apre un web-shop dedicato al padre

La figlia di Riina a Le Iene: “Mio padre stinco di Santo? Il Signore sa”

Maria Concetta, figlia di Riina, a Le Iene dà un giudizio sul padre: “Io non posso prendere le distanze da mio padre, perché mio padre ai miei occhi era un’altra persona, non è il mostro che vedete voi, che vede l’Italia intera. E’ stato un buon padre. E poi penso che ci sono delle cose che in cuor mio non sono state commesse. Non lo so se era uno stinco di santo, non lo devo giudicare io, sarà il Signore a giudicarlo. L’ha già giudicato del resto, è morto il 17 novembre. Se non era uno stinco di santo sarà all’inferno, se lo era starà in paradiso. Non lo so dove sarà. Per me è
stato un buon padre. Io – sottolinea ancora – ho le mie buone ragioni per pensare che mio padre in certe cose non c’entra. Non ha potuto fare – rimarca – tutto quello da solo”.

intercettazioni figlio riina

La figlia di Riina racconta la latitanza del padre a Le Iene: “Andavamo in giro come una famiglia normale”

“Io, mio padre, mia madre e i miei fratelli siamo stati sempre insieme durante la latitanza. Non andavamo a scuola, era mia madre a farci da insegnante perché giravamo sempre, di continuo, non ci fermavamo mai. Lui diceva che per il lavoro dovevamo andarcene in un altro posto. Non lo capivamo, magari eravamo pure piccoli. Non avevamo questa percezione di una cosa brutta, negativa, tipo che fossimo braccati. Non ci diceva ‘dobbiamo scappare’ di notte oppure ‘dobbiamo allontanarci perché siamo seguiti o siamo braccati’. No, lui ci diceva con calma ‘dobbiamo andarcene’. E così facevamo le valigie e ce ne andavamo”.Funerali Totò Riina

Non mancavano però le vacanze della famiglia Riina, come rivela Maria Concetta al programma di Italia 1: “Sì, andavamo al mare. Stavamo una, due settimane”. E tutto, dice Maria Concetta Riina, senza incappare in posti di blocco: “La verità? Neanche uno, mai. Li abbiamo visti però non ci fermavano. Nella vita siamo stati magari fortunati per 20 anni. Giravamo e non ci fermava mai nessuno”.Caffè Zu Totò

La latitanza di Totò Riina? La figlia commenta ancora: “Usciva normalmente, senza trucchi, senza maschere”. Girava anche per Palermo: “Sì, anche. Quando c’era bisogno uscivamo, per andare a fare la spesa, in farmacia”. A raccontarlo è Maria Concetta, figlia del “capo dei capi”.

Seguici sul nostro canale Telegram

Elezioni Politiche 2018 news, Renzi: “Mai con Berlusconi, scontro M5S – Pd”

Pensioni matteo salvini contro la legge di Bilancio

Elezioni Politiche 2018 news, Salvini: “Accordo con Berlusconi? Governiamo insieme 10 anni” (FOTO)