in

La fotografa Monika Serek lancia un appello: «Aiutate la mia collega incinta, già madre di tre figlie, che ha perduto tragicamente il marito»

Monika Serek, fotografa polacca di professione, ha affidato a Facebook un appello, una richiesta d’aiuto. Non è per lei, ma per una sua cara amica, nonché collega, Anna Olech, che lo scorso 1 luglio ha perduto tragicamente il suo compagno Paul. Rimasta sola con tre figli (due sono gemelle) e un altro in arrivo – Anna è, infatti, in attesa del quarto bambino – la fotografa si è ritrovata a confrontarsi non solo con il dolore, la perdita del proprio marito, ma anche con problemi finanziari.

E quel che è peggio è che il suo paese, a quanto pare, non può aiutarla concretamente. Monika aveva conosciuto Anna durante un servizio fotografico: «Di lei» – racconta la fotografa – «mi hanno colpito l’energia, i capelli rossi e le lentiggini, di suo marito il sorriso contagioso!». Sono diventate col tempo talmente amici da condividere cene, vacanze insieme, insomma sprazzi di quotidianità. La famiglia di Monika e quella di Anna erano divenute una sola. Per questo Monika, vedendo in difficioltà l’amica, ha lanciato una richiesta di aiuto sui social network. Anna e Paul erano una coppia perfetta, affiatata, attenta alle sue figlie. Anna e Paul erano contenti di quella famiglia che avevano pian piano costruito. Anna e Paul si amavano come pochi. Quella felicità, purtroppo, il primo luglio si è spezzata e ora purtroppo Anna deve andare avanti da sola: deve abituarsi a non vederlo, a non sentirlo, a non toccarlo. Anna dovrà essere madre, ma anche padre. Dovrà farsi carico dei figli che ha e di quello che porta in grembo e che all’inizio del prossimo anno dovrebbe nascere. 

Anna, come avrete capito, soffre e ha già sofferto abbastanza, per questo Monika ha chiesto ai suoi followers di dare un piccolo contributo economico, così da scansare all’amica pensieri di carattere finanziario. Così su Facebook Monika ha scritto: «È per questo che te lo chiedo … come madre, come moglie e come fotografo. Aiutiamo chi è ora da sola con tre figli e un altro nella pancia. Facciamo in modo che oggi non debba preoccuparsi delle finanze. Così può prendersi cura di se stessa e delle sue ragazze – niente stress in più!». Chi volesse aiutare Anna non deve far altro che contattare Monika sulla sua pagina ufficiale. Un gesto di solidarietà, un modo per essere d’aiuto all’indomani di una disgrazia che ha sconvolto la  vita di Anna e quella delle sue figlie.

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Enrico Ruggeri salute: il sinistro post su Facebook che non promette niente di buono

Un problema che accade solo alle donne, dopo aver fatto sesso, anche dopo aver avuto l’orgasmo più intenso della vita. Colpisce solo loro e c’è ben poco da fare. Di cosa si tratta?