in ,

La Gioconda resta a Parigi

Da più di un anno il Comitato Nazionale per la Valorizzazione dei Beni Storici ed Ambientali si sta prodigando per avere in prestito, per un mese, la Gioconda di Leonardo conservata al Louvre, per poterla esporre a Firenze. La Francia, però, non la darà in prestito. Questo è quello che scrive in una lettera il direttore generale dei Patrimoni dei Ministeri per la Cultura Francese Vincent Berjot rispondendo a Silvano Vinceti, responsabile del Comitato Nazionale. Museo del Louvre La Gioconda2

Lo stesso Vinceti ha diffuso il contenuto della lettera ricevuta come risposta alla sua richiesta fatta mesi fa, insieme a 150mila firme raccolte per riuscire a portare, per un breve periodo, a Firenze Monna Lisa e mostrarla in occasione dei cento anni dal suo ritrovamento, seguito all’eclatante furto avvenuto al Louvre.

Berjot risponde in maniera garbata a Vinceti che gli spiace moltissimo ma non può dar seguito favorevole alla sua richiesta di avere il quadro a disposizione. Il Direttore Generale prosegue dicendo che prestare all’Italia quest’opera straordinaria porterebbe ad avere moltissime difficoltà tecniche. In maniera più fondamentale, questo capolavoro è inscindibilmente legato al prestigio e alla fama internazionale che il Museo del Louvre ha nel mondo e che ogni anno fa accorrere più di otto milioni di visitatori, che vengono dalla Francia e da ogni parte del mondo, ai quali sarebbe impensabile fare accettare la mancanza di questo capolavoro tra le sue sale.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Anna Munafò

Anticipazioni Uomini e Donne: Trono Misto, la scelta di Anna è vicina

Le foto del concerto dell’Harlem Gospel Choir a Milano, domenica 29 dicembre 2013