in ,

“La Legge Elettorale è morta”: tutte le reazioni dopo il caos alla Camera

La Legge Elettorale è morta. Così è decretato dopo il caos alla Camera per un emendamento sul Trentino Alto Adige che ha smascherato 59 franchi tiratori. Il patto a 4 (Movimento 5 Stelle, Lega Nord, Partito Democratico e Forza Italia) è saltato? Sembrerebbe proprio di sì. E lo scenario politico, adesso, non promette nulla di buono.

>>> Cosa è il Sistema Tedesco <<<

La posizione del Movimento 5 Stelle sulla Legge Elettorale

Il Movimento 5 Stelle non ha intenzione di assumersi le colpe: “Pd e maggioranza non devono neanche pensare lontanamente di addebitarci la responsabilità. Hanno oltre 300 deputati, se c’è qualcuno responsabile sono loro – è quanto dichiarato dal portavoce pentastellato Danilo Toninellil’emendamento passato era un emendamento di giustizia per non consentire che il Trentino Alto Adige diventasse un feudo del Pd. E’ stato giusto farlo passare”. Alessandro Di Battista, uno dei leader del Movimento 5 Stelle, vuole che la Legge Elettorale vada avanti: “Noi siamo favorevoli a questa legge, così favorevoli che vogliamo applicarla in tutta Italia, dalla Sicilia all’Alto Adige. Può essere responsabile il M5S far saltare qualcosa, che prevede l’applicazione della legge in tutta Italia. È la schizofrenia totale di Rosato e company e di Renzi che ha 870 correnti da gestire…”

>>> Legge Elettorale: passa emendamento FI <<<

Il commento del presidente della Camera Laura Boldrini

Il deputato dem, Emanuele Fiano, tuona: “La legge elettorale è morta, e l’hanno uccisa i 5 Stelle”. “Da irresponsabili far cadere la legge elettorale per colpa del Trentino” dichiara Roberto Fico, riferendosi all’emendamento diventato il casus belli di una mattinata politicamente difficile e che mette a repentaglio il sistema tedesco come nuova Legge Elettorale. Il presidente della Camera, Laura Boldrini, ha invitato il Movimento 5 Stelle a ricordare le proprie responsabilità legate al voto segreto affinché non filmino il loro voto segreto e non lo divulghino.

Durissimo il commento di Roberto Speranza, deputato del MdP. L’idea dei deputati del Movimento 5 Stelle di filmare con i telefonini i voti sulla legge elettorale “è una cosa illegale che non si può fare. Chiederemo alla Boldrini di far rispettare fermamente le leggi. Non si può immaginare che i parlamentari siano fantocci teleguidati da fuori“. Ettore Rosato, presidente dei deputati del Partito Democratico, non ha dubbi: “Oggi il M5s ha dimostrato che la sua parola non vale nulla. La legge elettorale va fatta, condannando i franchi tiratori e chiedendo una sospensione della seduta”.

>>> Legge Elettorale: tutto quello che c’è da sapere <<<

La reazione di Matteo Salvini sulla Legge Elettorale

Non lascia spazio a interpretazioni il pensiero di Matteo Salvini, leader della Lega Nord: “Vince il PdP, il partito delle poltrone. Rialzano la testa i poltronari, quelli che vogliono solo scranni e poltrone. A questo punto chiedo a Gentiloni le sue dimissioni immediate, un decreto per una legge elettorale comune alla Camera e al Senato per andare subito al voto e lo scioglimento del Parlamento ormai immobile e impegnato solo a salvare poltrone e stipendi”. Il capogruppo di Forza Italia, Renato Brunetta, chiede una sospensione dei lavori dell’Aula, impegnata nell’esame della legge elettorale, per “verificare se ci sono ancora le condizioni” per andare avanti con l’accordo siglato a 4.

 

Napoli, escrementi nel cibo, bambini intossicati e mensa scolastica sospesa

Napoli, escrementi nel cibo e bimbi intossicati: mensa scolastica sospesa

Movida a Torino

Torino movida notturna, il sindaco Appendino dice stop alla vendita di alcol a partire dalle ore 20