in

La mia pensione Inps: come calcolarla facilmente online

Come calcolare la propria pensione online? Da circa un anno, grazie al servizio telematico messo a disposizione dall’Inps, è possibile avere una proiezione sulla decorrenza e sull’importo della assegno pensionistico che si riceverà al termine dell’attività lavorativa.

Come accedere al sistema?

Dopo esservi collegati al portale ufficiale dell’Inps (www.inps.it), selezionate il servizio “La mia pensione”: al momento lo trovate tra le pagine più cliccate in homepage, ma se non dovesse essere più presente vi basterà utilizzare la stringa di ricerca e digitare le parole “la mia pensione” per raggiungere facilmente il servizio. Per accedere al sistema, è necessario possedere il PIN dispositivo dell’Inps, lo SPID o in alternativa la Carta Nazionale dei Servizi, ovvero una smart card o una chiavetta USB che contiene una sistema digitale di autenticazione personale. Inserite le vostre credenziali per entrare nel form.

SCOPRI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI!

Come funziona il simulatore?

Il simulatore online si basa su alcuni criteri, tra cui i dati presenti negli archivi Inps, che riguardano la carriera del lavoratore e i contributi versati, e una proiezione dei periodi contributivi per maturare il diritto alla pensione. Dopo aver visualizzato, quindi, i contributi utili ai fini della pensione riassunti in una tabella con i relativi periodi in cui sono stati maturati, potete prendere visione della stima della vostra ultima retribuzione, della data di pensionamento e dell’importo lordo dell’assegno. Il sistema consente, inoltre, di simulare scenari diversi, modificando, ad esempio, il livello della retribuzione e la data di uscita dal mondo del lavoro.

Che cosa è importante sapere

Il calcolo, come precisato dall’Inps, non ha alcun valore certificativo. E’ importante sapere, inoltre, che la simulazione è influenzata da un insieme di fattori, tra cui l’andamento delle retribuzioni del lavoratore, la continuità dei versamenti contributivi, ma anche l’andamento complessivo dell’economia del Paese e l’aumento dell’aspettativa di vita (che potrà modificare nel tempo i requisiti anagrafici per l’uscita dal mondo del lavoro).

In apertura: foto di geralt/Pixabay.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

il piccolo principe, il piccolo principe romanzo, il piccolo principe libro, il piccolo principe film, il piccolo principe Antoine de Saint-Exupéry,

Il Piccolo Principe: dal libro ai film, un successo lungo 74 anni

studenti fuori sede, studenti fuori sede casa, casa in comune studenti,

Studenti fuori sede, gli italiani condividono casa: ecco perché non vogliono vivere da soli