in

La moschea rosa di Shiraz: un luogo magico, nuova ossessione di fotografi e viaggiatori

Sarà per la regione dalle “mille e una notte” in cui si trova, Shiraz, in Iran, sarà perché essendo quest’ultima spesso teatro di scontri non tutti la scelgono come meta di viaggio, o forse perché lo spettacolo che offre è visibile solo al mattino, la moschea Nasir al-Mulk, anche detta “Moschea Rosa”, è divenuta da qualche tempo la attrazione più ambita e ricercata da fotofrafi e viaggiatori impavidi di tutto il mondo. Una vera e propria ossessione.

Nasir al-Mulk  moschea rosa Shiraz

La sua caratteristica è quella di essere un costruzione gioiello. Un gigantesco prezioso in formato architettura che, con le sue piastrelle rosa e i suoi vetri colorati che lasciano filtrare la luce creando una vera e propria esplosione di colori, ammalia i turisti che, pur di vederla, sono disposti a fare un lungo viaggio.

Nasir al-Mulk, è stata costruita tra il 1876 e il 1888 da un genio progettatore che, battendo il tempo, è riuscito a mettere in piedi una costruzione speciale, unica nel suo genere, capace di mescolare tradizione islamica e futurismo, in una architetture religiose riconosciuta oggi come tra le più straordinarie al mondo. I raggi del sole, filtrando tra i disegni delle finestre creano un caleidoscopio di tinte che rimane impresso nella mente come un bel ricordo. Assolutamente da vedere.

Benidorm, cade montagne russe muore

Benidorm, montagne russe: incidente mortale, 18enne vola nel vuoto

Accessori oro tendenza estate 2014

Tendenze estate 2014 donna: gli accessori oro, consigli per abbinarli