in ,

La notte degli Oscar 2016: diretta e streaming per la 88^ edizione degli “Academy Awards”

Tutto pronto, un’attesa lunga trecentosessantacinque giorni ma finalmente ci siamo: questa notte si assegneranno gli “Oscar 2016” con la 88^ edizione degli “Academy Awards”. I cinefili, gli appassionati di cinema, coloro i quali saranno pronti a cinguettare come se non ci fosse un domani, attendono con ansia questa premiazione che potrebbe vedere vincere, finalmente, il bel Leonardo Di Caprio (clicca qui per i nostri pronostici). L’edizione del 2016 è finita al centro dei riflettori per l’assenza di attori di colore e questa polemica, nelle ultime ore, sta tenendo banco negli studios di Hollywood: ormai quest’anno andrà così ma siamo pronti a scommettere che il prossimo anno, onde evitare polemiche, saranno presenti star “afro-americane”. In compenso ci sarà il simpatico Chris Rock, artista e conduttore che avrà l’onore di presentare, per la seconda volta nella sua vita, gli “Academy Awards”.

Ma cosa c’è da sapere su questa notte degli Oscar 2016? Anzitutto la consapevolezza che, quasi sicuramente, anche quest’anno un pizzico di Italia salirà sul gradino più alto del podio grazie al maestro Morricone, recentemente insignito della “Walk of Fame”, presunto vincitore del titolo “migliore colonna sonora originale” grazie alla collaborazione con Quentin Tarantino in “The Hateful Eight”. Come dicevamo in apertura, dovrebbe essere la notte di Leonardo Di Caprio, pronto a ricevere il suo primo “Oscar” da attore protagonista con “The Revenant” dopo anni di sberleffi e nomination non andate a buon fine.

Ma come fare per vedere tutto questo? Semplice, in Italia la notte degli “Oscar 2016” sarà visibile in chiaro su “Tv8”, conosciuto meglio come canale “ex Mtv” posizionato al numero 121 del decoder di Sky e sulla frequenza 8 del digitale terrestre. La premiazione potrà essere gustata anche in “Pay Tv” grazie a Sky che trasmetterà, a partire dalle ore 22.30, in diretta la 88^ edizione degli “Academy Awards” sul canale 304, frequenza dedicata nell’ultima settimana proprio alle pellicole “Oscar” degli ultimi anni. E in streaming? Chi non avrà la fortuna di accendere il televisore potrà seguire la diretta dagli studi di Los Angeles sui diversi siti internet statunitensi che trasmetteranno, in modo del tutto gratuito, la diretta streaming. Il programma prevede alcuni collegamenti dalle 22.30 con il red carpet e le interviste ai protagonisti prima di toccare le ore 2.30 italiane con la premiazione vera e propria.

LEONARDO DI CAPRIO: IL GRANDE FAVORITO 

Di Caprio è l’uomo più atteso di questa notte: la star hollywoodiana dovrebbe conquistare il suo primo “Oscar” come migliore attore protagonista grazie all’interpretazione fornita in “The Revenant – Il Redivivo”. Qui puoi trovare la nostra recensione sulla pellicola realizzata dal messicano Inarritu, favorito anche per la vittoria della “miglio regia” e “miglior film”.

LEONARDO DI CAPRIO: “SONO MOLTO NERVOSO” (QUI TUTTE LE DICHIARAZIONI)

La star di Hollywood, sul red carpet, non ha nascosto il proprio stato d’animo: “Sono molto nervoso, è l’apice della mia carriera dopo venticinque anni in questo settore.”

ENNIO MORRICONE: C’È ANCHE L’ITALIA A SOGNARE L’OSCAR

Sì, la notte degli appassionati cinefili sarà parecchio lunga ma in Italia c’è il giusto motivo per restare alzati: Ennio Morricone, compositore di 87 anni, dovrebbe portare a casa la sua prima statuetta grazie alla realizzazione della “miglior colonna sonora originale” con la pellicola “The Hateful Eight” di Quentin Tarantino (qui la nostra recensione).

LARSON vs  LAWRENCE: SFIDA ALL’ULTIMO RESPIRO

“Miglior film” e “migliore attrice protagonista”: sono queste le due categorie su cui vige la maggiore indecisione alla vigilia della grande sfida. Per quest’ultima categoria la sfida finale sembra tra Jennifer Lawrence, arrivata alle nomination grazie alla splendida interpretazione con Joy (qui la nostra recensione) e Brie Larson, bravissima in “Room”, pellicola in uscita al cinema giovedì 3 marzo per le sale italiane (la nostra recensione). Chi la spunterà? Scoprilo insieme a noi.

SYLVESTER STALLONE, ARRIVA LA GIOIA?

Sono giorni tristi per Sylvester Stallone dopo la dipartita dell’amico Tony Burton, storica figura delle sue pellicole famose tra cui “Rocky” e l’ultimo “Creed”: proprio con quest’ultima pellicola, la star di Hollywood dovrebbe conquistare il primo “Oscar” della sua carriera nelle vesti di attore essendo, di gran lunga, favorito rispetto ai suoi principali avversari.

MIGLIOR SCENEGGIATURA
Nessuna sorpresa per il primo Oscar della serata con la vittoria de “Il Caso Spotlight” nella categoria “miglior sceneggiatura originale” molto apprezzato dalla platea del Dolby Theatre di Los Angeles. Il regista McCarthy ha voluto dedicare la vittoria a: “Tutti i giornalisti che si spendono quotidianamente per il proprio mestiere.”

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
La seconda statuetta della lunga notte degli “Oscar 2016” valida per la “miglior sceneggiatura non originale” è stata portata a casa dalla pellicola “La Grande Scommessa” con grande soddisfazione per Adam McKay. “Grazie alla Paramount per aver deciso di scritturare una pellicola che poteva portare diverse grane.”

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Terza statuetta della serata agli “Oscar 2016” assegnata a  Alicia Vikander per la categoria “migliore attrice non protagonista”, interprete nel film “The Danish Girl”. “Grazie mille a tutti per questo riconoscimento incredibile e voglio condividerla con tutta la troupe e tutti coloro i quali hanno reso possibile questo sogno.”

MIGLIOR COSTUME
Jenny Beavan vince l’Oscar per i migliori costumi grazie a quanto realizzato per la pellicola “Mad Max: Fury Road”. “Un’altra splendida giornata – ha dichiarato la stilista – è stata un’avventura fantastica per tutto un anno molto bello. Mad Max è molto profetico se non smettiamo di inquinare l’atmosfera e la terra in cui viviamo.”

MIGLIORE SCENOGRAFIA
Bis per “Mad Max: Fury Road” grazie alla coppia Colin Gibson e Lisa Thompson premiati con la “miglior scenografia”.  “Incredibile quante persone servono per farmi sembrare competente e sono sicuramente di tutto il mondo – ha dichiarato Gibson – tutte persone necessarie per creare questi personaggi, il primo Oscar alla diversità.”

MIGLIORE TRUCCO 
Lesley Vanderwalt, Elka Wardega, Damian Martin hanno portato a casa il premio come migliori truccatori con il film “Mad Max: Fury Road”, incetta di premi tecnici per questa splendida pellicola.

MIGLIORE FOTOGRAFIA
Primo premio della serata per la pellicola “The Revenant” con la vittoria nella categoria “miglior fotografia” di Emmanuel Lubezki, giunto al terzo Oscar consecutivo.

MIGLIORE MONTAGGIO
L’Oscar per questa categoria, “migliore montaggio”, consente il poker a “Mad Max: Fury Road” con la vittoria di Margaret Sixel.Sono molto contenta di questo riconoscimento, questo film è stato il più divertente del 2015 e l’onore che riceve questa sera è fantastico. Grazie a tutti davvero.”

MIGLIOR MONTAGGIO SONORO
Vittoria, nella categoria “miglior montaggio sonoro”, ancora per “Mad Max: Fury Road” con il successo di Mark Mangini e David White. Quinto Oscar della serata per questa pellicola. “Accidenti Mad Max – hanno tuonato i due artisti all’unisono – George Miller ci direbbe che questo film possiamo vederlo con le nostre orecchie. Nulla è rispetto a quello che abbiamo fatto, grazie a tutti.”

MIGLIOR MIXAGGIO SONORO
Sesto! Che trionfo per “Mad Max: Fury Road” con la vittoria per il miglior mixaggio sonoro con il premio a Chris Jenkins, Gregg Rudlof e Ben Osmo.

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI VISIVI
Per la categoria “migliori effetti speciali visivi” vittoria per la pellicola “Ex Machina” con i premi a Andrew Whitehurst, Paul Norris, Mark Ardington e Sara Bennett. “Siamo realmente emozionati perché non avevamo previsto tutto ciò, incredibile. Dobbiamo ringraziare gli studios e la produzione per essere stati così coraggiosi a produrre un film del genere. Tutti fantastici.”

MIGLIOR CORTO DI ANIMAZIONE
Vince nella categoria miglior corto di animazione “Bear Story” con Gabriel Osorio e Pato Escala. “Siamo davvero felici, ringraziamo l’Academy e le nostre famiglie che hanno sempre creduto in noi. Dedico il premio a mio nonno che mi ha ispirato questa storia, tutte persone che hanno sofferto in esilio e speriamo questo non avvenga più. Per noi è importante perché è il primo Oscar della storia per il Cile.”

MIGLIOR FILM DI ANIMAZIONE
Vince, come già noto ben prima della cerimonia, il film d’animazione “Inside Out” con il premio ritirato da Pete Docter e Jonas Rivera. “Siamo tutti contenti perché siamo riusciti a fare qualcosa e ogni singolo pixel di questo film è stato realizzato da tutta la troupe, da tutto il cast.”

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
Nella categoria di “migliore attore non protagonista” l’Oscar 2016 viene conquistato, a sorpresa, da Mark Rylance con “Il ponte delle spie”. Niente Oscar, quindi, per Sylvester Stallone. “Mi sono sempre piaciute le storie vederle, sentirle, poter lavorare con Spielberg è stato fantastico e con attori del calibro di Tom Hanks.”

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO DOCUMENTARIO
In questa speciale categoria è assegnato a Sharmeen Obaid-Chinoy con “A Girl in the River: The Price of Forginvess”. “Il primo ministro pakistano cambierà la legge sui femminicidi dopo aver visto questo film, è il vero potere del cinema.”

MIGLIOR DOCUMENTARIO
Vittoria, scontata, per il documentario “Amy” realizzato da Kapadia e James Gay-Rees. “Grazie a tutti per questa splendida vittoria, questo film parla di una grandissima artista, una ragazza divertente, spiritosa e che aveva solo bisogno di gente che si prendesse cura di lei.”

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO
Vincono Benjamin Cleary e Serena Armitrage con Stutterer.

MIGLIOR FILM STRANIERO
Tra le pellicole come “miglior film straniero” vince l’ungherese “Figlio di Saul” realizzato da Laslzo Nemes. “Grazie a tutti per questo incredibile onore, alla Sony Pictures e a tutti per averci sostenuto.”

MIGLIOR COLONNA SONORA
La migliore colonna sonora per gli “Oscar 2016” è attribuita a Ennio Morricone con “The Hateful Eight”. “Buonasera a tutti, grazie per questo grande riconoscimento, il mio pensiero va agli altri candidati in particolare a Williams. Non c’è una canzone importante, ringrazio Tarantino per avermi scelto e tutto il team che hanno reso possibile questo straordinario successo. Dedico questa vittoria a mia moglie Maria.”

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
Questo ambito premio viene conquistato dalla canzone “Writing’s on the wall” presente in “Spectre” ovvero dagli autori Jimmy Napes e Sam Smith. Quest’ultimo ha fatto coming out: Spero un giorno tutti gli omosessuali potranno avere eguali diritti sui palcoscenici di ogni mondo.

MIGLIOR REGISTA
Il migliore regista per l’edizione 88 degli “Academy Awards” è Alejandro Inarritu con “The Revenant – Redivivo”. “Leo, tu sei il vero redivivo.” Questa una delle tante frasi di ringraziamento da parte del regista messicano nel corso della premiazione.

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
La migliore attrice protagonista per gli “Oscar 2016” è Brie Larson con “Room”. “Ringrazio tutti per questo incredibile premio, sono davvero molto felice, ringrazio tutti, anche il piccolino il mio vero partner della vita. Sono davvero entusiasta.”

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
Il titolo di migliore attore protagonista per l’edizione 88 degli “Academy Awards” va a Leonardo Di Caprio! “Grazie a tutti, mi congratulo con tutti per le loro incredibili performance. Redivivo è stato il frutto di uno sforzo incredibile dello staff. Grazie a tutti, grazie al signor Inarritu, tu hai segnato la storia del cinema per aver creato una grande esperienza cinematografica. Voglio ricordare tutti, dall’inizio della mia carriera ad oggi. Scorsese, tutti davvero per questo grande traguardo.”

MIGLIOR FILM
Chiude l’88^ edizione degli Academy Awards l’attribuzione della statuetta d’oro al miglior film, titolo assegnato a: “Spotlight”.

Eventi e treni storici in tutta Italia dal 6 marzo 2016

Giornata delle Ferrovie Non Dimenticate 2016: dal 6 marzo eventi e treni storici in tutta Italia

alessia marcuzzi isola dei famosi

Isola Dei Famosi 2016 cast: dopo le rinunce, la nuova concorrente ufficiale