in

La Notte della Taranta 2016

Da ormai quasi 20 anni, ogni estate la Notte della Taranta, una celebrazione di danza popolare dal carattere magico-religioso, diverte, allieta e coinvolge migliaia di persone che vengono da tutto il mondo.

La Notte della Taranta viene festeggiata ogni anno a cavallo della seconda-terza settimana di agosto a Melpignano (Puglia) con una grande quantità di eventi musicali per celebrare le danze magiche tradizionali come la Pizzica e la Tarantella.

La tarantella ha radici addirittura nella Grecia antica. Era una danza rituale in onore del dio della musica e del sole, Apollo, e del dio del vino, Dioniso. Gli antichi Greci si stabilirono in Sicilia, a Napoli e in tutta l’Italia meridionale, portando questa bellissima danza. Sembra che il nome derivi dal fatto che nella regione di Taranto, in Puglia, il morso di un tipo di ragno comune a livello locale, chiamato la “taranta”, era ritenuto altamente velenoso e provocava una condizione nota come tarantismo.

Si credeva che le vittime dovessero impegnarsi in una danza frenetica molto ritmica e veloce al fine di prevenire la morte da delirio causata dal morso del ragno. Quindi, questo particolare tipo di danza e di musica divenne noto come Tarantella. I documenti più antichi che citano il rapporto tra l’esorcismo musicale e la Tarantula risalgono al 1100.

Esiste anche una versione della danza che veniva tradizionalmente usata per il corteggiamento. In questa versione della danza, la donna usa rapidità e vivacità per eccitare l’amore del suo compagno. A sua volta, l’uomo prova a sedurla con la sua agilità, eleganza e dimostrazioni di tenerezza.

Sembra che porti sfortuna ballare la tarantella da soli, per cui questa danza viene spesso ballata da un uomo e una donna o da due donne.

Da tempo abbandonate ed evitate per via dell’ignoranza e della superstizione, la tarantella e la versione tipica del Salento, la pizzica, sono state riscoperte negli ultimi anni ed hanno guadagnato una nuova popolarità. I giovani musicisti, infatti, hanno creato musica nuova partendo dalla tradizione antica.

Alla notte della Taranta partecipano migliaia di persone per assistere ai meravigliosi concerti. Musicisti di fama internazionale parteciperanno all’evento. In occasione di questa festa, vengono scritte canzoni per accompagnare la danza popolare tradizionale, includendo la musica popolare proveniente da tutto il mondo.

Melpignano ogni anno si illumina al giungere di questa festa che attira ogni anno circa 100000 visitatori, che vogliono ballare al suono dei tamburelli, contagiando anche i numerosi artisti che si esibiscono solitamente al concertone, che è la tappa finale del Festival.

La Notte della Taranta 2016 è un modo per valorizzare la tradizione della musica tipica del Salento, fondendola con altri linguaggi musicali provenienti da tutto il mondo, dal jazz al rock alla musica sinfonica. Verranno eseguiti ogni giorno concerti in 14 piazze, compresa quella di Lecce.

L’Orchestra Popolare della Notte della Taranta è il vero protagonista di questa festa, che ha visto personaggi come Stewart Copeland, Giovanni Sollima, Ludovico Einaudi, Mauro Pagani, Ambrogio Sparagna e Goran Bregovic.

Insieme ai tanti ospiti famosi della Notte della Taranta, migliaia di persone accorrono per ballare al ritmo delle danze popolari pugliesi come la Pizzica nelle meravigliose notti estive del Salento.

Se state trascorrendo la vostra vacanza in Salento ad Agosto, magari in qualche bel resort con piscina e spa, la Notte della Taranta è un must che non potete perdervi!

architiello vieste gargano

Gargano, un’estate 2016 piena di appuntamenti

porto cesareo salento

Riserve naturali a Porto Cesareo