in

La Perla del Turismo Calabrese In Mano alla ‘Ndrangheta

Aggiornamento > Ecco i nomi degli arrestati: Pasquale Quaranta (49 anni); Francesco La Rosa (41); Pasquale La Rosa (47); Carmine La Rosa (47); Francesco La Rosa (37); Salvatore La Rosa (44); Saverio Bardo (34); Peter Cacko (40); Carmine De Luca (46); Antonio Di Marzo (54).

Accuse pesantissime, che vanno oltre a quelle citate in precedenza fino all’omicidio e al traffico di armi. La Magistratura ha richiesto l’arresto di 10 presunti appartenenti alla cosca di ‘ndrangheta guidata dai La Rosa, sodalizio criminale noto da anni e con base operativa a Tropea. La cosca, ultimamente colpita anche da alcuni fatti di sangue, secondo gli inquirenti è sempre stata una satellite della più potente consorteria dei Mancuso, che domina il vibonese e siede nel “ghota” della ‘ndrangheta.

Il sodalizio criminale, libero di agire sulla Costa degli Dei nel territorio che da Tropea va fino a Capo Vaticano, secondo quanto emerso dall’indagine odierna teneva sotto scacco la maggior parte delle attività imprenditoriali di turismo e ristorazione della zona, tra le più attraenti e frequentate dell’intera Calabria. Estorsioni, imposizione di “guardianie” e forniture di servizi ai villaggi turistici, ottenute con la violenza e la minaccia delle armi di cui la cosca disponeva ampiamente.

Nell’indagine, di cui per ora si conoscono solo alcuni dettagli di massima, è emersa anche la capacità della cosca La Rosa di infiltrarsi nell’assegnazione di appalti pubblici nella zona di Tropea, oltre all’attività di estorsione e danneggiamenti nei confronti di imprese edili che operavano legalmente sul territorio.

L’operazione, iniziata all’alba dalla Squadra Mobile della Questura di Vibo Valentia e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia, ha portato a 8 fermi, di cui uno eseguito in Lombardia, a Milano, ormai base operativa privilegiata di moltissimi esponenti delle cosche calabresi.

(seguono aggiornamenti)

Seguici sul nostro canale Telegram

Delitto Passionale Vignetta Roberta Piredda

Paese che Vai, Usanza che Trovi

Pierferdinando Casini Attacca Vendola e Berlusconi

Casini: “Vendola una Minaccia Effettiva”. Prove di Grande Centro