in ,

La Pinacoteca di Brera di Milano si rinnova, nuovi orari, biglietti e look: il progetto di Bradburne

Dopo i primi 100 giorni di attività, il neo direttore della Pinacoteca di Brera di Milano ha illustrato le sue idee per cambiare il look del noto centro culturale del Capoluogo lombardo: nuovi orari, diverse tipologie di biglietti e un restauro per le 38 sale presenti.

“Io sono il nuovo arrivato, sono uno strumento per realizzare i progetti di una città straniera: ho ascoltato tanto in questi 100 giorni trascorsi dalla mia nomina, per valutare le esigenze e agire al meglio per la città e la sua comunità. E quel che è certo è che Milano ama Brera” ha affermato James M. Bradburne, il museologo anglocanadese che si è aggiudicato la nomina di direttore della Pinacoteca di Brera. In una delle sale del museo gremita di giornalisti e rappresentanze, dall’assessore milanese Del Corno sino al Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, Bradburne ha presentato ieri il primo bilancio programmatico per la Pinacoteca di Brera.

Il progetto di riqualifica del museo milanese durerà tre anni e apporterà modifiche sostanziali alla pinacoteca: è previsto, per prima cosa, un riallestimento completo di tutte le 38 sale del museo, dalle luci alle didascalie. Cambio radicale anche per il costo del biglietto che, alla modica cifra di 10 Euro, darà la possibilità di visitare la Pinacoteca durante i tre mesi successivi dalla data di acquisto: altro grande cambiamento sarà quello relativo al cortile napoleonico che diventerà parte integrante della vita milanese aprendo le porte al pubblico e a numerosi eventi.

(Foto: PerseoMedusa/Shutterstock)

PAESTUM INTOSSICATI

Roma: 25enne precipita nella tromba dell’ascensore, è grave

Pronostici Serie A calcio oggi, consigli scommesse 21a giornata