in

La pornografia è come la droga: crea dipendenza

Certi vizi costano cari, si sa, e creano dipendenza. Come il fumo, l’alcool e, in modo ancora più micidiale, la droga. Ma mai, finora, si pensava lo stesso per la pornografia.

fumo

Ebbene, vedere immagini e film dal contenuto pornografico, in modo compulsivo, provoca dipendenza. A rivelarlo è stato uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Cambridge e la notizia è stata segnalata dall’autorevole Sunday Times. In particolare, gli studiosi hanno sottoposto a risonanza magnetica 19 soggetti, che hanno dichiarato di soffrire di un bisogno ossessivo a visionare materiale pornografico, per analizzare la loro attività cerebrale.

Le scansioni hanno messo in evidenza che una parte del cervello, situata nella zona centrale, si illumina dopo che quegli utenti avevano guardato in maniera compulsiva materiale hard. E la stessa parte risulta illuminata anche nelle risonanze magnetiche effettuate ad alcolisti e tossicodipendenti.

risonanza magnetica cerebrale

Mentre, nelle scansioni cerebrali effettuate a persone non particolarmente avvezze al porno, la zona del cervello incriminata, è risultata spenta. Tali risultati non danno una risposta alla questione secondo cui la propensione a vedere in maniera frequente film porno dipenda dal cervello. Mettono solo in evidenza che questo bisogno convulsivo è una vera e propria porno-dipendenza.

Sicuramente, permetterà a psichiatri e specialisti del settore, di intervenire in modo più professionale per correggere questa cattiva abitudine che, anche se può far ridere ai tanti, provoca invece anche seri problemi nelle relazioni affettive in quei soggetti che soffrono di questa patologia.

Tutto ciò grazie ai ricercatori britannici. D’altronde, è ai sudditi di Sua Maestà che è dedicata una famosa commedia da titolo: “Niente sesso, siamo Inglesi!

Seguici sul nostro canale Telegram

X Factor casting: “I wanna Willy, Willy, Willy” e Mika impazzisce dalle risate.

Pulizia del viso: ecco come farla in casa