in ,

La sfida di Google: “con un algoritmo combatteremo la pedopornografia in Rete”

 

Eric Schmidt, l’amministratore delegato di Google, annuncia l’ideazione di una nuova
tecnologia capace di bloccare le ricerche di materiale pedopornografico su internet. Proprio oggi sul quotidiano britannico Daily Mail è stato pubblicato un suo intervento in cui spiega nel dettaglio le modifiche apportate al più grande motore di ricerca, grazie alle quali sarà possibile cancellare la pedopornografia dai risultati di più di 100mila tipi di ricerca.Google contro la pedopornografia

Avrà luogo oggi un incontro organizzato da Downing Street sulla pornografia sulla rete, che vedrà riuniti Google, Microsoft e altri giganti del web, dopo il monito del premier britannico David Cameron che, nello scorso luglio, aveva sollecitato un maggiore impegno ed interesse dei motori di ricerca per ostacolare la diffusione di immagini illegali in materia di pedopornografia e bloccare l’accesso a siti web che diffondono immagini di minori a sfondo sessuale.

Google giunge alla sua innovativa proposta dopo tre mesi di lavoro, che hanno visto impegnati nel progetto oltre 200 collaboratori, allo scopo di sviluppare una nuova tecnologia per risolvere il problema. Così Eric Schmidt spiega il risultato raggiunto: “Abbiamo affinato la ricerca su Google per impedire di far apparire tra i nostri risultati link a siti di abusi sessuali dei bambini. Anche se l’algoritmo non è perfetto, e Google non può impedire ai pedofili di aggiungere nuove immagini sul web, i cambiamenti ottenuti hanno consentito di ripulire i risultati di oltre 100mila richieste potenzialmente correlate ad abusi sessuali sui bambini”. La lotta all’abuso sessuale dei bambini è una sfida globale e l’iniziativa restrittiva di Google sarà in un primo momento applicata ai paesi di lingua inglese, ma poi estesa nell’arco di sei mesi al resto del mondo e ad oltre 158 lingue.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Piazzapulita Corrado Formigli

Stasera in diretta Tv: Italia-Nigeria, Piazza Pulita, Report e Colorado

Fiorentina: scambio interessante col Genoa a gennaio