in ,

Abolizione province: in Sicilia approvata la legge

Con una larghissima maggioranza: 62 si, 14 no e due astenuti, la Regione Siciliana per prima in Italia, nella seduta parlamentare dell’11 Marzo, ha approvato la riforma in base alla quale le province vengono abolite. Esse saranno sostituite da Liberi Consorzi e Città metropolitane. Il Presidente Rosario Crocetta ha ringraziato il Parlamento siciliano per un voto che darà un nuovo volto agli enti territoriali in Sicilia.

Sicilia abolite le province

Secondo il capogruppo del PD, Baldo Gucciardi, la riforma che la Sicilia si è appena data è destinata ad essere punto di riferimento per le altre regioni italiane. La soddisfazione maggiore per la maggioranza del governo Crocetta deriva soprattutto dal fatto che alla storica svolta hanno partecipato anche forze politiche non facenti parte della maggioranza, ma che hanno collaborato alla stesura del disegno di legge per il superamento di enti considerati solo inutili fonti di spesa. Il Movimento Cinque Stelle dell’isola si ritiene soddisfatto per l’obiettivo raggiunto e sollecita il governo regionale ad iniziare da subito il lavoro per far funzionare i nuovi enti assegnando loro le competenze necessarie.

Le opposizioni al governo Crocetta in particolare Forza Italia e la Lista Musumeci, molto critici avverso la neoriforma, denunciano che i siciliani non ne avranno nessun beneficio, ma anzi aggraverà costi e oneri a carico degli enti locali. La riforma adesso è in attesa della pronuncia del Commissario dello Stato.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Fabrizio Corona, riduzione della pena e una promessa: “un giorno uscirò e mi riprenderò ciò che ho capito di volere veramente”

Anticipazioni Beautiful mercoledì 12 marzo: Katie è arrabbiata con Bill