in ,

La Sicilia trema, forte scossa di terremoto con epicentro tra Siracusa e Ragusa

All’alba la terra siciliana ha tremato, il sisma di magnitudo 4.1 è stato registrato poco prima delle cinque del mattino, e che spavento. Fortunatamente non sono stati riscontrati danni a cose o persone nel territorio sud orientale di Ragusa e Siracusa, riconosciuto come epicentro della scossa.Etna 20esima eruzione

Il sisma si è verificato in mare, alla profondità di 10,3 km, coinvolgendo anche la costa, ed è stato percepito nei comuni di Ispica (RG), Pozzallo (RG), Pachino (SR), Rosolini (SR), Portopalo di Capo Passero (SR) e, distintamente, nella città di Ragusa. Ma anche la provincia di Catania è stata interessata da questo sconvolgimento tellurico, dove questa notte l’Etna è tornato a dare spettacolo con la ventesima eruzione del 2013, una delle più intense degli ultimi anni.

Tra ieri pomeriggio e questa mattina due scosse di terremoto sono state registrate sui Monti Nebrodi. Il primo sisma, di magnitudo 2.5, è stato registrato alle 22.15, in una zona compresa tra le province di Messina, Enna e Catania. Cesarò e San Teodoro i Comuni più vicini all’epicentro. La seconda scossa si è verificata alle 6.34, interessando i comuni dell’Ennese, ed è stata di magnitudo 2.4. Numerosissimi i tweet e messaggi sui vari social network di tanti siciliani che hanno condiviso, in tempo reale, lo spavento per quanto stava accadendo: “qui trema tutto”,“trema il pavimento”, “breve ma intensa”.

 

 

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

La foto di Mario Balotelli con gli occhi azzurri che fa impazzire Twitter

Antonio Sanabria

Calciomercato: Sanabria andrà all’Arsenal, per lui niente Roma (Video)