in

La stampa italiana contro Beppe Grillo: è il nuovo nemico pubblico?

Beppe Grillo fa del populismo. Beppe Grillo millanta collaborazioni con economisti che affermano di non conoscerlo.
Beppe Grillo non rispetta la costituzione. Beppe Grillo fa apologia di fascismo. Beppe Grillo diffonde bufale anti-scientifiche ed osa infangare il santino di Rita Levi Montalcini. Beppe Grillo potrebbe essere un evasore fiscale. Beppe Grillo è plagiato da un tecno-massone visionario. Beppe Grillo fa demagogia sul finanziamento pubblico dei partiti.

La stampa italiana scopre in pochi mesi tutti i presunti peccati di Beppe Grillo. Il fustigatore dello psiconano, il vate che aveva uno spazio tutto suo senza contraddittorio nelle trasmissioni di Santoro. Quello che “non andava mai in televisione” salvo comparire spesso e volentieri nelle trasmissioni più viste, a cominciare dalla Striscia dell’amico di sempre Antonio Ricci.

Grillo e Vezzoli

Il candidato mancato alle primarie del PD. L’eroe del Fatto Quotidiano e della sinistra manettara. Il paladino dell’acqua pubblica e del NO al nucleare. Il condottiero che porta la rivoluzione del web contro il potere televisivo del cavaliere di Arcore. L’amico comprensivo che sulla faccenda Unipol diceva che Fassino, in fondo, era stato solo un po’ ingenuo.

Ebbene, com’è che adesso un personaggio con tutti questi meriti diventa di colpo un piccione da uccellare, da inchiodare a piccole e grandi (soprattutto piccole) contraddizioni?

Beppe Grillo fa del populismo? Da quando Mario Monti ha definito populista chiunque osa mettere in dubbio i suoi “grandi meriti”, populista non è forse diventato praticamente un complimento?

Beppe Grillo sulla prima pagina del New York Times di oggi. Alla vigilia del voto, il mondo ci  guarda

Beppe Grillo sulla prima pagina del New York Times 

Beppe Grillo millanta di farsi scrivere il programma da Krugman e questo smentisce? Scusate, ma se Krugman è il profeta di chi teorizza la svalutazione come ricetta per pagare il debito pubblico, non è forse meglio che non ci sia anche la sua firma sulle “controverse” proposte economiche di Grillo?

Beppe Grillo non rispetta la costituzione? Oh bella? E perchè? Perchè ha osato criticare l’articolo 67, quello che permette a tutti i parlamentari di cambiare bandiera senza dimettersi? Cioè quello che hanno fatto i tanto vituperati Scilipoti e Razzi, oltre a centinaia di altri?

Beppe Grillo fa apologia di fascismo? Ma davvero? Perchè da anni, e non dalla nuotata nello stretto, riproduce pedissequamente le strategie di comunicazione fasciste? E nessuno aveva niente da dire? O perchè la sua capogruppo alla Camera dice che il fascismo aveva grande senso dello stato? Che non ve n’eravate accorti che tutte le dittature hanno un altissimo senso dello stato, e che il problema semmai è che non abbiano il senso del cittadino?

Casaleggio Grillo

Beppe Grillo diffonde bufale antiscientifiche sull’HIV? Oh bella? Perchè i giornali che lo criticano hanno forse mai usato argomenti scientifici contro l’energia nucleare o a favore del fotovoltaico e dell’eolico? O per caso hanno mai affrontato scientificamente l’argomento OGM?

Beppe Grillo potrebbe essere un evasore fiscale perchè ha provato ad inguattare denaro in Costarica? O che cattivone, perchè dov’erano i suoi detrattori quando approfittò del condono fiscale? Come peraltro i Fo, la casa editrice dell’Unità, la moglie di Prodi, e compagnia cantante?

Beppe Grillo è plagiato dal diabolico Casaleggio, uno che prefigura una guerra mondiale di 20 anni, con un solo miliardo di superstiti che poi si piegano ad un unico governo internettiano? L’avete scoperto solo adesso il filmato che Casaleggio ha messo online da anni? Filmato che alla luce degli ultimi sviluppi si dimostra persino ottimistico?

Sondaggi Politiche 2013

Beppe Grillo fa demagogia sul finanziamento dei partiti? E quando con la demagogia ha spinto sul referendum dell’acqua pseudo-pubblica che ha salvato le mangiatoie, privatissime, dei partiti, allora la demagogia andava bene?

Proprio inspiegabile sta cosa, oltretutto per impapocchiare un governo, quale che sia, Beppe Grillo rimane richiestissimo e corteggiatissimo… o vuoi vedere che il problema è che per ora da quell’orecchio non ci sente?

Seguici sul nostro canale Telegram

Ear Cuff: il gioiello tendenza del 2013

Conclave 2013: personale giura su segretezza