in ,

La Tasi è incomprensibile, caos tra i contribuenti: uffici Caf presi d’assalto

Vecchia tassa ma nuovo nome. Il risultato? Caos. Confusione. Disagi. E’ la Tasi, la tassa comunale sui servizi indivisibili come illuminazione pubblica e manutenzione delle strade, che insieme all’Imu e alla Tari forma l’Imposta Unica Comunale (Iuc). L’astruso nome che accompagna la tassa comunale è diventato in questi giorni l’ossessione di milioni di italiani che, non adeguatamente informati, prendono d’assalto gli uffici Caf per chiedere delucidazioni in merito a chi di competenza, nel tentativo di capire quando, come e quanto dovranno pagare. La Cisl ha diffuso una nota al riguardo, segnalando che, solo nelle proprie sedi, ogni giorno sono oltre 80 mila gli uffici in tutta Italia che vengono invasi da cittadini che vogliono chiarimenti.Tasi caos tra i contribuenti

“Solo nei nostri centri abbiamo giù fissato 80mila appuntamenti al giorno” – afferma Valeriano Canepari, coordinatore nazionale dei Caf – “I comuni non deliberano le aliquote, costringendo i cittadini a pagare al buio. Si rischia di versare più del dovuto”. Ecco quindi trovata la falla, che spiegherebbe il caos tra i contribuenti: la maggior parte dei Comuni non ha infatti fissato le aliquote e le detrazioni così, secondo quanto sostiene il Servizio politiche territoriali Uil, si rischiano ben 75 mila Tasi diverse. Il limite di tempo per fissarle era il 30 aprile ma c’è stata una proroga fino al 31 luglio, dovuta al decreto Salva-Roma. “Saremo presi d’assalto – annuncia Canepari – primo perché la Tasi è nuova e la gente non la conosce. Secondo perché i Comuni non mandano niente a casa dei contribuenti. Terzo perché molte amministrazioni non hanno deliberato e se il cittadino volesse pagare non saprebbe come farlo. Cosa costava rinviare l’appuntamento a fine luglio?”.

Il valore della Tasi può oscillare tra l’1 e il 3,3 per mille del valore catastale rivalutato del 5%. L’imposta dovrà essere pagata in due tranche, la prima entro il 16 giugno 2014 e la seconda entro il 16 dicembre 2014. Chi pagherà la Tasi? I proprietari e gli inquilini degli immobili dati in affitto. Come si pagherà? Con modello F24 oppure con il classico bollettino di conto corrente postale. Chi è esente? I terreni agricoli non saranno soggetti a tassazione Tasi.

Valour bici

Valour, la bici “intelligente” per pedalare in piena sicurezza

Tweet perfetto con un algoritmo

Social Network, ecco come dare appeal ad un tweet