in

Lady Diana, appena nata senza nome per una settimana: ecco perché

Tutti conosciamo la vita e le penitenze di Lady Diana – la celebre Principessa triste – dal momento in cui il destino della discendente degli Spencer incrociò quello di Carlo d’Inghilterra. Ma in pochi, forse, conoscono le vicende della sposa dell’erede al trono prima che diventasse tale. La Principessa di Galles, che ottenne il titolo dopo il matrimonio con il primogenito della Regina Elisabetta e del Principe Filippo, in seguito al divorzio, rimase comunque un membro ufficiale della famiglia pur senza essere trattata come Altezza Reale. L’interesse intorno alla figura di Lady D si è sviluppato – nel tempo – sia per lo sfortunato matrimonio e l’infausta fine riservata alla principessa, sia per quell’aura di fascino e di mistero che da sempre hanno circondato l’icona tanto amata dai sudditi.

Lady Diana, il dramma prima della sua nascita

Quarta di cinque figli, Lady Diana nacque in un pomeriggio d’estate: era il primo luglio del 1961 e nella contea orientale del Norfolk, a Sandringham, la piccola Spencer veniva alla luce in una delle più antiche e importanti famiglie britanniche, peraltro da diverse generazioni strettamente connessa alla Famiglia Reale. Figlia del Visconte e della Viscontessa Althorp, Diana aveva già due sorelle Sarah – divenuta poi un flirt dello stesso Carlo ancor prima di Lady D – e Jane. Prima che nascesse la futura principessa, inoltre, i Visconti avevano avuto un figlio, John, sfortunatamente non sopravvissuto a sole 10 ore dalla nascita. L’evento, che fu definito dall’attuale conte Charles Spencer, ultimo dei fratelli, come “Un momento terribile per i miei genitori e, probabilmente, la radice del loro divorzio”, segnò in modo determinante i genitori di Diana e il loro matrimonio, tanto che la madre – secondo testimonianze – fu mandata in una clinica di Londra per determinare la causa del “problema”.

Il desiderio di un maschietto lasciò la principessa senza nome

Al momento della nascita di Lady D, entrambi i genitori, i Visconti Althorp, speravano finalmente in un figlio maschio che portasse avanti il nome della famiglia. Ma anche l’ultima nata era femminuccia. Pare che proprio per questo motivo, inizialmente, alla bimba non venne dato un nome. Soltanto una settimana più tardi si decise che la piccola si sarebbe chiamata Diana Frances, in onore di Diana Russell – Duchessa di Bedford e antenata degli Spencer – e della madre, la Viscontessa nata Frances Roche. Diana fu poi battezzata nella Chiesa di Santa Maria Maddalena.

Leggi anche —> Lady Diana, quella sera che uscì travestita da gay ‘eccentrico’: i segreti mai svelati della principessa ‘triste’

roberto vecchioni

Roberto Vecchioni, vita privata e carriera

Caduta Libera, Nicolò Scalfi: è davvero arrivata l’ultima puntata?