in ,

Lady Diana morte: 18 anni dal tragico incidente in cui morì la Principessa triste

Sono trascorsi ormai 18 anni da quella tragica notte parigina in cui il mondo si fermò, rimanendo sconvolto da una della morti più toccanti e significative del XXesimo secolo. La mattina del 31 agosto 1997, esattamente a mezzanotte e 23, in un incidente, le cui cause sono tuttora sconosciute, moriva Lady Diana. La principessa triste, che tanto aveva toccato il mondo con la sua generosità e i suoi impegni umanitari, perse la vita nello schianto dell’auto guidata da Henri Paul, capo della sicurezza dell’Hôtel Ritz presso cui aveva trascorso qualche ora insieme al compagno Dodi Al-Fayed.

Piantonata dai paparazzi che non le davano mai tregua, Diana Spencer prima di rientrare a Londra dopo 9 giorni trascorsi a bordo del yacht Jonikal di proprietà del padre di Dodi, navigando lungo le coste dell’Italia e della Francia, si fermò a Parigi. Mentre però lasciava il lussuoso hotel, già circondato da fotografi, per trasferirsi in un appartamento in Rue Arsène Houssaye, la macchina su cui viaggiava andò a schiantarsi contro il tredicesimo pilastro di sostegno del Pont de l’Alma.

La principessa che il mondo amava morì in ospedale, poche ore dopo il terribile schianto. Nonostante inizialmente si fosse pensato ad un funerale privato, poiché Diana non era più un’Altezza Reale, l’improvvisa e inaspettata reazione del popolo britannico, convinse la casa reale e la Regina Elisabetta II ad accettare le pubbliche esequie. Il 6 settembre 1997, in occasione dell’estremo saluto a Lady D, furono oltre 3 milioni le persone che affollarono le strade di Londra. A distanza di quasi due decadi circolano ancora voci riguardo un possibile complotto tessuto ai danni della “principessa scomoda” da parte della casa reale inglese, più volte presa di mira per l’eccessiva freddezza con cui affrontò questo importante lutto. Basti pensare alle prime parole che pronunciò sua Maestà in persona dopo aver appreso la sconvolgente notizia.

morto regista di Nightmare

È morto Wes Craven, maestro dell’horror ‘padre’ di “Nightmare” e “Scream”

Agenzia delle Entrate servizio fai d.a. te

Pressione fiscale in Italia: perché siamo il paese con le tasse più alte del mondo