in

Laguna Seca, Tragedia in Superbike: due motociclisti morti

La gara del campionato MotoAmerica, contorno del Mondiale di Superbike, a Laguna Seca è terminata in tragedia. Due piloti spagnoli, Bernat Martinez, 35 anni di Valencia, e Daniel Rivas, 27 anni galiziano, hanno perso la vita in un drammatico incidente. Prima della partenza della gara c’era stata la premiazione del Gp degli Usa, categoria Superbike/Superstock, ottavo appuntamento della stagione. Purtroppo la gara non ha potuto svolgersi regolarmente proprio a causa del tragico incidente che ha visto Martinez e Rivas perdere drammaticamente la vita.

In prossimità della veloce curva uno un pilota al centro del gruppo ha perso il controllo, provocando un tamponamento a catena. Sin da subito si è intuito che la situazione era molto grave, infatti gli organizzatori hanno immediatamente interrotto la corsa e fatto intervenire le ambulanze all’interno della pista. Martinez è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Monterey, Rivas invece è stato portato con l’elicottero all’ospedale di Salinas a 20 chilometri da Laguna Seca. Entrambi sono deceduti all’arrivo in ospedale.

La pista di Laguna Seca (California) è uno dei tracciati più pericolosi mai disegnati. Non soltanto per la famosa curva in discesa del Cavatappi, ma anche per tutte le curve veloci presenti lungo il percorso. Infatti, è stato stabilito che il Mondiale di Superbike non gareggerà più a Laguna Seca dalla prossima stagione, dopo aver perso la MotoGp tre stagioni fa. Nonostante il tracciato non rispetti, in molti punti, le norme di Sicurezza della Federazione Internazionale i due piloti sono morti per una tragica fatalità. Infatti, nel punto in cui è avvenuto l’incidente i soccorsi possono intervenire agevolmente, proprio come è accaduto.

coutouring baking

Make up estate 2015: la nuova tendenza è il Baking

freeyourpits ascelle

Tingersi i peli delle ascelle: la nuova moda social lanciata da Miley Cyrus