in ,

Lampada Ikea, bambino muore strozzato con il filo. Ritirati milioni di pezzi

Ikea ha ritirato dal mercato 23 milioni di lampade “Smila”, dopo che un bimbo di 17 mesi è rimasto strangolato dal suo filo elettrico, tirando la lampada a sé dalla culla. Il fatto sarebbe accaduto nell’ottobre del 2012 ma solo di recente l’azienda svedese sarebbe venuta a conoscenza dell’accaduto, reso ancora più grave dal fatto che di recente, un altro bimbo si sia trovato sul punto di fare la stessa tragica fine del piccolo Daniel Madden, di Glasgow, morto per asfissia.

Fortunatamente il bimbo di 15 mesi è stato prontamente messo in salvo ma, alla luce dei fatti, viene da domandarsi cosa abbiano di così pericoloso queste lampade. Si tratta di un complemento d’arredo effettivamente adatto alle camerette dei bambini. Le lampade, coloratissime e a forma di cuore, luna, sole, stella e fiore, si possono appendere alle pareti ed è la stessa casa produttrice – come si può evincere da quanto indicato nel sito internet dell’azienda, in merito al prodotto in questione – a porre l’attenzione avvertendo i clienti che, dopo aver fissato alla parete una lampada IKEA SMILA, devono verificare subito che la lampada stessa e il cavo siano fuori dalla portata dei bambini che si trovano nel lettino o nel box e che il cavo della lampada sia saldamente fissato alla parete.

Informazione preventiva, questa, o posticcia, scaturita dagli incresciosi accadimenti? Il fatto che l’Ikea abbia imposto il ritiro dal commercio di 23 milioni di esemplari della lampada in questione, lascia propendere per la seconda ipotesi.

 

 

 

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

UeD Trono Over Remo

Anticipazioni Uomini e Donne: nel Trono Over tutte le dame contro Remo

Ma Piazza Fontana?