in

L’anoressia provoca un senso di felicità e piacere distorto e falsato

L’anoressia nervosa è solitamente associata all’infelicità, alla malnutrizione, e molti altri effetti terribili. Ma siamo sicuri che le persone che soffrono di anoressia provino veramente questi sentimenti? Probabilmente no. La malattia provoca un senso di felicità e di piacere distorto. Lo afferma un nuovo studio pubblicato su Clinical Psychological Science. Per creare trattamenti migliori, i ricercatori hanno bisogno di esaminare anche questo aspetto.

piacere distorto e felicità anoressia

Selby, autore della ricerca, crede che “le emozioni positive diventino esagerate e premino questi comportamenti”. Per comprendere i motivi che portano a questi sentimenti e “dal momento che solo un terzo delle donne recupera dopo il trattamento” i ricercatori devono “acquisire una migliore comprensione del perché queste emozioni positive diventano così fortemente associate alla perdita di peso, piuttosto che alla conduzione di un’esistenza sana”. Precedenti ricerche sui disturbi alimentari si sono concentrate principalmente sulle emozioni negative. Selby vorrebbe analizzare anche questi “dati empirici.”

Uno degli esiti dello studio ha subito mostrato come alcune donne abbiano difficoltà a riconoscere le emozioni positive in quanto falsate da una serie di comportamenti frequenti come l’induzione del vomito, l’uso di lassativi, la pratica di esercizio fisico eccessivo e il controllo costante del grasso e del peso. Ora i ricercatori sono alla ricerca di un metodo che possa annullare queste emozioni positive associate a comportamenti poco salutari.

perdere peso causa depressione

Perdere peso vi può rendere realmente più felici? Pare di no

Caronia misteriosi incendi

Caronia, ancora incendi inspiegabili: capo Protezione Civile Gabrielli pensa a sgombero dell’area