in

Lapo Elkann finto sequestro news: è lui la pecora nera? I precedenti VIP finiti dietro le sbarre [FOTO]

Ok, Lapo Elkann è tutt’altro che un santarellino. Su questo siamo tutti d’accordo. Ma è giusto crocifiggerlo così? Per chi non lo sapesse, il rampollo di casa Agnelli nella giornata di ieri, 29 novembre 2016, è stato tratto in arresto con l’accusa di aver simulato un sequestro per problemi di soldi. Rilasciato poco dopo, dovrà presentarsi in Tribunale il 25 gennaio 2017. Ma Lapo Elkann è davvero l’unico VIP finito dietro le sbarre? Beh, non si direbbe. Ad esempio, oltre al rampollo di casa Agnelli, ci sono importanti nomi della discografia internazionale o del cinema hollywoodiano. Ad esempio, la bellissima Charlize Theron ne è rimasta vittima involontaria: a 15 anni ha dovuto assistere all’assassinio del padre. A sparare fu proprio la madre dell’attrice sudafricana: legittima difesa, fu questa l’assoluzione che evitò il carcere alla madre di Charlize.

>>> LAPO ELKANN: L’EX FIDANZATA COMMENTA COSI’ <<<

lapo elkann e uma thurman bacio

Altri nomi altisonanti? Ad esempo Mark Salling, l’attore protagonista di Glee: arrestato a causa di materiale inappropriato per minori contenuto all’interno del suo computer. C’è anche la bella Winona Ryder, una a cui i soldi forse non mancherebbero: nel 2001, però, è stata tratta in arresto per aver rubato merce nei grandi magazzini di Saks. E come non citare Justin Bieber: l’idolo delle teenagers del secondo decennio degli anni duemila è stato arrestato, e poi rilasciato, per guida ad alta velocità a Miami. Recentemente, invece, è stato accusato di aver tirato un pugno a un fan. Guardando in casa propria, pur non parlando di un VIP mainstream, non possiamo non citare Marrazzo, il Presidente della Regione Lazio con la passione per le “transgender”.

justin bieber a x factor 9

 

Se Lapo Elkann fa storia in Italia, gli Stati Uniti non possono sorridere: la bella Paris Hilton, infatti, nel 2010 è stata tratta in arresto poiché trovata con addosso cocaina. C’è anche sua maestà George Clooney: il premio Oscar è finito dietro le sbarre per aver intenzionalmente sbarrato la strada alla polizia fuori dall’ambasciata sudanese. Celebri, tanto da farci anche una serie TV,  le avventure di O.J. Simpson, giocatore di football reo di aver ucciso, nel 1994, la propria compagna. Il processo, del ’95, gli diede ragione assolvendolo dalle accuse. E Martin Sheen? Lui sì che si è fatto mettere le manette più volte: sempre con l’accusa di essere i messaggero della PETA e di portare messaggi complottistici sul diritto sull’aborto e disarmo nucleare. Per concludere c’è Danny Glover: la star di Arma Letale è finito dietro le sbarre per aver organizzato una protesta a favore del Sudan, otto anni prima di George Clooney. Chiudiamo l’escalation di casi eclatanti con Myke Tyson che nel 1991 venne accusato di stupro da Desiree Whashington e fu condannato a 10 anni di carcere, pur scontandone solamente tre. Insomma, caro Lapo… sei in buona compagnia.

Il selfie di Paris Hilton

Seguici sul nostro canale Telegram

lista terremoti ingv 28 APRILE 2017

Lista dei terremoti in tempo reale INGV, sciame sismico in atto: le scosse del 30 novembre

Calciomercato Roma entrate uscite 2016: Depay l’obiettivo, sirene inglesi per Nainggolan