in

Lapo Elkann: «Sono stato abusato sessualmente da bambino», ritorno choc sui social

Dopo una lunga assenza Lapo Elkann è tornato sui social. Il rampollo di casa Agnelli ha scelto di farlo in una giornata particolare, quella dedicata ai diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza, celebrata ieri mercoledì 20 dicembre 2019, che quest’anno segna il trentennale dell’approvazione della Convenzione ONU. Su Twitter attraverso un post il 42enne newyorkese ha parlato delle iniziative benefiche a cui si sta dedicando. Proprio nelle scorse settimane, Lapo ha, infatti, presentato a Palermo il protocollo di intesa tra la Fondazione LAPS, che presiede, con la Croce Rossa comitato regionale Siciliano. Il video sui social si è rivelato anche l’occasione per confidare un trauma dell’infanzia vissuto quando aveva appena 13 anni.

Lapo Elkann: «Sono stato abusato sessualmente da bambino», ritorno choc sui social

«Oggi, il 20 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Come ho avuto modo più volte di raccontare pubblicamente da bambino ho sofferto sia di dislessia sia di sindrome di iperattività e sono anche stato abusato sessualmente, ma non è un giorno in cui voglio parlare né di me né di quello che è successo a me!», ha raccontato nel video Lapo Elkann, che poi ha aggiunto: «Voglio parlare dei bambini, dell’infanzia e di questi giovani. E vorrei parlare di LAPS, Libera Accademia per progetti sperimentali. LAPS si occupa proprio di questo. Lavora sulla dislessia, lavora sull’iperattività, lavora sui problemi legati alla dislessia, sui problemi legati all’iperattività, su problemi legati agli abusi e si occupa proprio di riportare, di ridare e di ridonare il sorriso e la felicità a bambini e ad adolescenti che non hanno le stesse possibilità e opportunità e privilegi che ho avuto io nella mia vita!».

«Da quando ho compiuto 13 anni ho vissuto cose dolorose che poi mi hanno creato grosse difficoltà nella vita…»

Già in passato Lapo Elkann aveva fatto parola degli abusi subiti. Nel 2013 nel corso di un’intervista aveva riferito dell’angoscia provata quando si trovava in collegio: «In Italia l’eccentricità non è ben accetta perché non sei incasellabile in una scatola. E io di essere messo in una scatola non ho voglia. Credo di averne il diritto. Io non sono solo una persona leggera, un imprenditore, il nipote di Gianni Agnelli o il figlio di Margherita. Sono tantissime altre cose». In quell’occasione il 42enne era sceso nel dettaglio: «Da quando ho compiuto 13 anni ho vissuto cose dolorose che poi mi hanno creato grosse difficoltà nella vita. Cose capitate a me e ad altri ragazzi. Parlo di abusi fisici. Sessuali. Mi è accaduto, li ho subiti. Altre persone che hanno vissuto cose simili non sono riuscite ad affrontarle. Il mio migliore amico, che era in collegio con me per quasi 10 anni e ha vissuto quello che ho vissuto io, si è ammazzato un anno e mezzo fa. Non ne ho mai parlato prima anche perché voglio che questa storia serva a qualcuno. Sto pensando a una fondazione. Voglio aiutare chi ha passato quello che ho passato io. Parlare è giusto, ma facendo qualcosa di utile, di positivo». E difatti, a distanza di ben sei anni, il sogno di aiutare concretamente gli altri, i bambini che hanno vissuto i suoi stessi problemi, si è realizzato. E Lapo Elkann ne è felice…

leggi anche l’articolo —> Salvini Lapo Elkann botta e risposta, l’affondo dell’imprenditore: «Io ho lavorato con Kissinger»

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Chi era Matilde Hidalgo de Procel, la donna dei ‘primati’ celebrata oggi dal doodle di Google

Vasco ROssi los angeles

Vasco nuovo singolo in arrivo: sta registrando in studio a Los Angeles