in ,

L’Appennino e la sua storia: ex fornace abbandonata recuperata grazie agli studenti

Un pezzo di storia da recuperare e pochi soldi per farlo: insomma, sembrerebbe un classico episodio all’italiana, ma questa volta il finale è diverso.

Appennino emiliano recupero edilizia storica

Tutto è partito da un appello online lanciato dal Comune di Berceto, nel cuore dell’Appenino parmense, che non possedeva i soldi per restaurare l’ex fornace Marchino di Ghiare. La struttura, che rappresenta un pregevole esempio di edilizia industriale, è una delle più importanti testimonianze storiche dei primi del Novecento.

Ed ecco la piacevole sorpresa: sono stati ben ottanta gli studenti di architettura e ingegneria che hanno accolto l’invito e sono accorsi a dare il proprio contributo. Il 1° agosto 2014, sotto la guida dell’ingegnere Francesco Fulvi e degli architetti Elisa Adorni e Giulia D’Ambrosio, si è concluso il workshop – “Recuperiamo la fornace” – dove gli studenti hanno appreso gli strumenti che permetteranno di riqualificare l’ex cementificio.

Un progetto quasi a costo zero, che grazie a fondi europei e degli enti territoriali locali è riuscito a mettere in sicurezza l’edificio, destinato a diventare un cumulo di macerie, e a restaurarne i primi stralci. E ora è pronto ad accogliere la nuova sfida di restituire i locali agli abitanti offrendo loro nuove opportunità che potrebbero portare anche ad un rilancio economico del territorio.

(fonte: Labsus)

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

come organizzare una festa di ferragosto party estate 2014

Ferragosto 2014: come organizzare una festa in spiaggia in 6 mosse

omicidio nel sassarese

Potenza: omicidio-suicidio, padre uccide moglie e i due figli, poi si toglia la vita