in ,

L’Arena puntata 18 maggio, Renzi a Giletti: “non mandiamo buffoni in Europa”

All’interno dello spazio denominati I Protagonisti, poco fa, nell’ultima puntata di Domenica In – L’Arena, il contenitore domenicale di Rai 1 condotto da Massimo Giletti, il giornalista ha avuto modo di concludere la stagione intervistando il premier Matteo Renzi, segretario del Pd, ad una settimana dalle elezioni Europee, ma anche ad una settimana circa da quelle comunali e regionali. Giletti ha cercato di chiedere al premier soprattutto i temi più caldi del momento, facendo quelle domande che erano emerse anche durante il dibattito all’interno della puntata ed insistendo quindi sulla contrapposizione con Grillo, sull’Expo 2015, sui famosi 80 euro in busta paga e sul risultato delle attesissime elezioni.

Massimo Giletti Battibecco Berlusconi

Con estrema calma, nei pochi minuti a disposizione, Matteo Renzi ha risposto ad ogni argomento dicendo di credere che: “Grillo viva questa cosa come un grande spettacolo” ed aggiungendo che secondo lui: “Grillo sta usando un linguaggio strano, parla di Hitler, parla della peste rossa …”. Il premier ha avuto modo di spiegare il suo punto di vista sulle prossime votazioni dicendo oltretutto: “Stiamo mandando dei rappresentanti dell’Italia in Europa … stiamo votando per mandare delle persone a rappresentare tutti noi, l’Italia, il tricolore, … chiunque vada in Europa non può farsi ridere dietro” ed aggiungendo, poco dopo, parlando di Expo e dei prodotti italiani contraffatti,  quei prodotti che rubano il mercato a quelli originali, un’ulteriore stoccata: “non mandate dei buffoni in Europa”.

Alle domande riguardanti il Movimento Cinque Stelle ed un possibile pronostico sul risultato di domenica 25 maggio il premier ha voluto dire: “Io ho grande stima per tutti quelli che lo scorso anno hanno votato Cinque Stelle e domando loro siete davvero soddisfatti?” aggiungendo: “Il 25 maggio si vota fra due schieramenti: da una parte ci sono i gufi, dall’altra c’è chi come noi non è perfetto, ma che negli ultimi 80 giorni si è tirato su le maniche …”. Dopo aver parlato dell’Expo e della sua volontà di introdurre il daspo per i parlamentari condannati definitivamente per corruzione o tangenti, Renzi ha concluso il suo intervento dicendo: “Prima di essere del Pd, di Forza Italia, di M5S dobbiamo ricordarci di essere italiani”.

fare in casa la propria acqua di rose

Acqua di rose: tutta home-made

Steve Mandanda

Brasile 2014: la Francia deve fare a meno di Mandanda (Video)