in ,

Lasciar piangere i neonati per addormentarsi: il metodo funziona e non fa male

Un nuovo studio australiano si è occupato di una delle maggiori problematiche che affligge i neogenitori: la nanna dei propri figli. Lasciarli piangere oppure confortarli e aiutarli ad addormentarsi, come rendere questo passaggio il più naturale e meno traumatico possibile? Mentre solo recentemente un altro studio sosteneva che lasciar piangere i bambini per addormentarsi causerebbe loro problemi emotivi nella crescita, questa nuova ricerca australiana portata avanti alla Flinders University sosterrebbe in un articolo pubblicato su Pediatrics esattamente il contrario.

>>> Consigli utili per far addormentare i bambini in tranquillità <<<

I ricercatori hanno fatto esperimenti su tre gruppi di genitori e bambini, nello specifico su 43 coppie che avevano figli tra i 6 e i 16 mesi con problemi di sonno; al primo gruppo è stato chiesto di portare i bambini a dormire e uscire subito dalla stanza, attendendo il più possibile prima di rientrare a confortarli (metodo definito “estinzione graduale”), al secondo di accompagnare i bambini a letto nel momento in cui solitamente si addormentano e di rimanere nella stanza fino a che non prendessero sonno (metodo definito “dissolvenza al momento di andare a letto”) mentre il terzo è stato utilizzato come gruppo di controllo.

A sorprendere sono stati risultati di questa ricerca relativa al sonno dei bambini e al problema di molti di loro nell’addormentarsi; infatti i bambini che sono stati lasciati a piangere con il tempo hanno imparato ad addormentarsi da soli e lo facevano secondo le stime 15 minuti prima rispetto agli altri bambini, senza il problema dei risvegli notturni e senza particolare stress: ad un’analisi dei livelli di cortisolo, definito l’ormone dello stress, essi si sono rivelati più bassi. Inoltre i ricercatori australiani hanno effettuato diversi test emozionali e psicologi nell’arco del tempo sia sui bambini che sui genitori e non sono stati evidenziati problemi di questo tipo durante la crescita.

Credit Foto:  Sharomka / Shutterstock

Offerte di lavoro per educatori

Concorso educatore asilo nido Milano 2016: bando, requisiti e scadenze

Uomini e Donne gossip: Sossio Aruta sbotta su Instagram